Mario Tobino, Gli ultimi giorni di Magliano


DSCF7235Le mura di Lucca sono composte di cortine e baluardi e cingono la città.

C’è la cortina esterna e quella interna. Tra le due muraglie, sul vasto terrapieno, si snoda un viale adorno di piante dalle fronde maestose.
Sulle mura si passeggia, si fa all’amore. Sono alte circa dodici metri e tutte mattoni. Le muraglie lievemente ingrossano scendendo verso la base.
Per quella disposizione a cerchio, da secoli sono per tutte le ore del giorno in conversazione col sole. Alcune cortine gli parlano al mattino, appena alzato; altre ci conversano fitto di mezzogiorno.
Ci sono quelle che beneficiano dei raggi del tramonto, quando il sole mormora le ultime parole.
Ci sono anche le cortine rivolte a nord, con tinte solitarie, vi serpeggia ruvido muschio.
Le cortine che a lungo dialogarono con i tramonti sono simili al damasco.

(Mario Tobino, Gli ultimi giorni di Magliano, Mondadori, 1988,  p.106-7)
Get this widget at roytanck.com

One Comment Add yours

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...