Lorenzo Viani, Le Vie – Parte Seconda


Intorno a quest’albero maestro, rastremato di spranghe ferrigne, sorse il paese: minuscole case acchiocciate sotto la grande asta. La chiesa aerea della SS. Annunziata, col campanile di mattoni rossi,  e quella di San Francesco, con l’ampie fiancate del Convento, parvero vele aperte per un battesimo di sole.

Viareggio  - Chiesa della SS.Annunziata - Foto tratta dal libro "A Viareggio con il treno dei ricordi" - Pezzini Ed.
Viareggio – Chiesa della SS.Annunziata – Foto tratta dal libro “A Viareggio con il treno dei ricordi” – Pezzini Ed.

Le vie adiacenti si chiamarono San Francesco, Sant’Antonio, SS. Annunziata e Sant’Andrea: il protettore dei pescatori. I piazzali si chiamarono: Piazza Grande, Piazzone, Piazza dell’Olmo, Piazza del Mirto. Le viuzze: Via del Fabbretto, Vicolo delle Catene, il Caruglio. L’arteria spaziosa che congiungeva il mare ai monti, la denominarono Via Regia. Via Regia, da Via Reggio o via dove transitavano i regi? Discussioni che si accesero dopo.

Chiesa S.Antonio - Ieri - Aperta al culto il 26 dicembre 1638 e distrutta nel 1944 dai bombardamenti (Foto tratta da Nuova Viareggio ieri N.16 – gennaio 1996 )
Chiesa S.Antonio – Ieri – Aperta al culto il 26 dicembre 1638 e distrutta nel 1944 dai bombardamenti (Foto tratta da Nuova Viareggio ieri N.16 – gennaio 1996 )

Con l’andar del tempo il paese sviluppò a ponente. Se i piccoli uomini si possono paragonare ai grandi, quei maestri muratori ebbero la risoluzione inflessibile d’Alessandro Imperatore: tracciarono le vie con una riga, così quelle che andavano ai monti, così quelle che guardavano il mare. Quella gente patriarcale, con poche fisime nel capo, per battezzare le strade volse gli occhi intorno e in alto: via del Sole, via della Luna, via della Stella. Lungo il fosso-canale, più tardi, fu costruito dai Borboni un palazzotto alla moda imperiale, abbellito di un colonnato tutto di blocco marmoreo. In grazia di una permuta, il palazzo diventò proprietà pubblica e ivi s’insediò il Gonfaloniere. La facciata principale schiariva sopra la piazza alberata del «Mirto», la fiancata di ponente dava su di un viale lunghissimo. Il Gonfaloniere per battezzarlo guardò, assiso sul suo stallo, intorno in alto, e, non scorgendo altro che uffizi lo chiamò: Via degli Uffizi.

Via degli Uffizi ieri (Foto tratta da Nuova Viareggio Ieri – N.14- giugno 1995)
Via degli Uffizi ieri (Foto tratta da Nuova Viareggio Ieri – N.14- giugno 1995)

( Lorenzo Viani , “Le vie” da Il Nano e la statua nera )

Via Battisti (già via degli Uffizzi) oggi
Via Battisti (già via degli Uffizzi) oggi
S.Antonio oggi
S.Antonio oggi
SS.Annunziata oggi
SS.Annunziata oggi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...