Mario Tobino, Il carcere di Medusa


Viareggio - Torre Matilde - Fotografia Archivio e Centro Documentario
Viareggio – Torre Matilde – Fotografia Archivio e Centro Documentario

Il carcere di Medusa è una torre che è l’unico monumento della città, fu costruita nel settecento, quando il paese non esisteva, lei sola troneggiava nella deserta landa, davanti al mare.Una costruzione che si erge tozza, con un certo broncio, amata in sostanza dai cittadini che l’han sempre vista bonaria, le sue spesse mura capaci di rinchiudere soltanto, e per breve tempo, piccoli ladri.

Il direttore del carcere aveva l’occhio grande, umido, era rosso in viso; sostava volentieri nelle stanze interne delle osterie. Era da molti anni di stanza a Medusa e quando aveva bevuto lo si vedeva avvolto da una taciturna malinconia e c’era il sospetto che in quei momenti più vivo gli affiorasse il dispiacere di sentirsi un secondino, mentre tutta la cittadinanza lo riconosceva per un onesto e affabile uomo.

(Mario Tobino, Il clandestino, Mondadori, 1962, pag. 37)

 

Viareggio - Torre Matilde oggi
Viareggio – Torre Matilde oggi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...