Paul Klee, Pisa


A Pisa siamo rimasti dalla nove del mattino alle cinque del pomeriggio. Oltre al Duomo c’è poco da vedere, tranne, forse, la Piazza dei Cavaglieri.

Pisa - Piazza dei Cavalieri - Scuola Normale Superiore
Pisa – Piazza dei Cavalieri – Scuola Normale Superiore

Il Duomo, una meraviglia. Come mai questo gigante è capitato in quel buco?

E’ situato in disparte, come un serraglio fuori del villaggio. Abbiamo dovuto salire sulla torre pendente, sentire l’eco del battistero, ecc..

Con ciò il nostro spirito d’iniziativa era esaurito. Invece di cercare un ristorante, abbiamo comperato castagne e ci siamo seduti su una panca. Haller appariva triste, ha chinato la testa fra le mani e mentre stava per appisolarsi ha detto: “Bada che non vengano a derubarmi”.

( Paul Klee, Diari 1898-1918 )

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...