Guido Carocci, Valdarno – Ponte a Signa  


Al Ponte a Signa, oggi popolosa borgata posta alla testa dell’antico ponte medievale che traversa l’Arno collegandosi colla parte bassa del paese di Signa, merita d’essere osservato il Palazzo della Torre, oggi casa modesta di pigionali, un giorno signorile dimora dei Pandolfini che vi ospitarono per qualche ora Carlo VIII Imperatore quando, recandosi a Firenze, dovette piegare l’orgogliosa tracotanza dinanzi alle fiere parole del Gonfaloniere Pier Capponi. Il Palazzo della Torre, in alcune sue parti interne soprattutto, conserva il caratteristico tipo originale.

PONTE A SIGNA — VILLA DELLE SELVE - Foto tratta dal libro "Il Valdarno da Firenze al mare", 1906
PONTE A SIGNA — VILLA DELLE SELVE – Foto tratta dal libro “Il Valdarno da Firenze al mare”, 1906

Al disopra del borgo del Ponte, in mezzo alla rigogliosa vegetazione di una collina deliziosa, sorgono la chiesa e la villa delle Selve.

La prima, eretta dai Carmelitani nel XIV secolo, si presenta ora sotto la veste sfarzosa del secolo XVII, mentre della sua antichità non serba che il bel lastrone sepolcrale del Beato Paganini scolpito nel 1383. La prossima villa delle Selve ha il tipo elegante delle signorili dimore campestri della nobiltà fiorentina e fu così ridotta dai Salviati negli ultimi del XVI secolo.

 ( Guido Carocci, Il Valdarno da Firenze al mare, 1906 )

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...