Giannina Franciosi, Arezzo – La Pieve di S.Maria in gradi


Arezzo - Pieve Di S.Maria In Gradi - Il Campanile compiuto nel 1330 - Fotografia tratta da “Arezzo” di Giannina Franciosi – Istituto Italiano d’Arti Grafiche, 1909
Arezzo – Pieve Di S.Maria In Gradi – Il Campanile compiuto nel 1330 – Fotografia tratta da “Arezzo” di Giannina Franciosi – Istituto Italiano d’Arti Grafiche, 1909

La grande e potente espressione della fede religiosa medioevale in Arezzo, la troviamo nella Pieve di S.Maria in gradi.  Bruna, severa, appare sul fianco d’una stretta via a mezza costa del colle, su cui s’inerpica la città, come cupa visione di penitenza e di forza.

In origine essa ebbe in comune con molte pievi della Toscana gli elementi dell’architettura romanico-lombarda, poi i molti restauri subiti le hanno dato un’impronta singolarissima.

Quanto rimane della sua prima costruzione, appartiene ai primi secoli del secolo XI, alla seconda epoca dell’architettura romanica, quando la cupa severità misteriosa delle prime chiese romaniche fu mitigata col dar maggior altezza all’arco, aprendo i sodi con finestre bifore, dalle quali la luce e l’aria penetrarono ancora a dar vita e colore alle cose.  […]

Il grigio colore della sua pietra, la parca luce che dalle bifore finestre, correnti nel muro della navata maggiore, penetra e si diffonde tranquilla per le arcate severe, la sua nudità, le danno il linguaggio mistico del cenobio. L’animo prova un senso di pace rassegnata e l’occhio si riposa tra quelle linee severe, dimenticando la contrazione della volta e del sesto forzato, purchè… purchè non si posi sui vetri dai sgarbati e discordanti colori, dai bizzarri intrecci froebeliani, che, ahimè, senza « spirto di pietade alcuno » decorano oggi le severe finestrelle del Duecento!  […]

Arezzo - Pieve Di S.Maria In Gradi - Interno - Fotografia tratta da “Arezzo” di Giannina Franciosi – Istituto Italiano d’Arti Grafiche, 1909
Arezzo – Pieve Di S.Maria In Gradi – Interno – Fotografia tratta da “Arezzo” di Giannina Franciosi – Istituto Italiano d’Arti Grafiche, 1909

( Giannina Franciosi, brano tratto da “Arezzo” – Istituto Italiano d’Arti Grafiche, 1909 )

4 Comments Add yours

  1. fulvialuna1 scrive:

    2…la parca luce che dalle bifore finestre, correnti nel muro della navata maggiore, penetra e si diffonde tranquilla per le arcate severe, la sua nudità, le danno il linguaggio mistico del cenobio. L’animo prova un senso di pace rassegnata e l’occhio si riposa tra quelle linee severe…”
    questa è la pace che mi piace trovare nelle chiese…

    Mi piace

    1. Carlo Rossi scrive:

      Penso anch’io la stessa cosa.

      Mi piace

  2. agenda19892010 scrive:

    Bellissime fotografie e la scelta del bianco e nero . ☺ .

    Mi piace

    1. Carlo Rossi scrive:

      E’ vero, non sembra nemmeno che siano state scattate più di cento anni fa…

      Liked by 1 persona

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...