Augusto Novelli, Un campagnolo ai bagni – Scena II


Viareggio - Bagno Nettuno - Foto tratta dal mensile  "Nuova Viareggio Ieri" - marzo 1994
Viareggio – Bagno Nettuno – Foto tratta dal mensile “Nuova Viareggio Ieri” – marzo 1994

UN CAMPAGNOLO AI BAGNI

ATTO PRIMO

SCENA II.

CAMILLO e GIULIA, poi il CAMERIERE.

( Camillo veste un abito chiaro con un gran cappello di paglia. Tiene la canna da pescare e una zucca da pesci ).

Viareggio - Elegante coppia davanti al Bagno Nettuno nel 1907 - Foto tratta dal mensile "Viareggio Ieri" - maggio 1988
Viareggio – Elegante coppia davanti al Bagno Nettuno nel 1907 – Foto tratta dal mensile “Viareggio Ieri” – maggio 1988

GIU. — ( Entrando dalla destra ). Cos’è stato?

CAMI. — ( Esaminando la vetta della canna ). Asinaccio !… Se faceva un altro passo mi portava via la punta.

GIU. — Scusa, ma è un’ indecenza camminare con cotesti arnesi.

CAMI. — Allora, come chiami la sua, quella di passeggiare a quel modo come i granchi e con la testa alta?.

GIU. — Hai sempre ragione tu !… Ah, Dio, che infelice passione è la tua !

CAMI. — Taci e osserva piuttosto se e’ è una tavola libera.

GIU. — Ecco dei signori che si alzano.

CAMI. — Benissimo, occupa subito il loro posto e appena arriva il cameriere ordina la colazione. ( Giulia eseguisce ). Perchè, lo sai?… E dalle cinque di stamani che son là con la canna.

GIU. — Tempo sprecato !…

CAMI. — Questo lo dici tu !

GIU. — ( Ridendo ). Oh, adesso vedremo. Chi sa quanto pesce !

CAMI. — Ma questo cameriere ? ( Forte ). Ehi ! Cameriere !…

GIU. — Più piano! Non vedi come ci osservano ?

CAMI. — Non si guarda che il bello. E poi sai com’è? Io faccio il mio comodo. ( C. S. ). Cameriere !

Viareggio - Bagno Nettuno - Eleganti signore  - Foto tratta dal mensile  "Nuova Viareggio Ieri" - giugno 1995
Viareggio – Bagno Nettuno – Eleganti signore – Foto tratta dal mensile “Nuova Viareggio Ieri” – giugno 1995

CAM. — ( Entrando ). Il signore ha chiamato ?

CAMI. — ( Lo fissa, quindi ). Se io ho chiamato ? Mi sembra.

CAM. — Allora, comanda?…

CAMI. – Prima di tutto prendi questa canna e mettila in un luogo sicuro. Mi raccomando ; fai attenzione perchè si tratta di un arnese delicato.

CAM. — Oh, conosco, conosco.

CAMI. — Ah, non è possibile. Come questa non c’è che questa. Osserva la mosca artificiale. ( Gliela mostra ).

CAM. — Bellissima.

CAMI. — Non sembra viva?

CAM. — Vivissima!… ( È un fanatico dei soliti ).

GIU. — Ma, Camillo….

CAMI. — Ah, no, lasciami fare, perchè di queste canne non se ne vedono tutti i giorni e alla gente di mare, io lo so, fa piacere. Non è vero che ti fa piacere?’

CAM. — Molto. Io sono di Firenze.

CAMI. — Fa lo stesso. O io non sono il capo banda della musica di Fucecchio? … Eppure posseggo una canna di questo genere. A te, dunque, conservamela gelosamente. ( Dandogli anche la zucca ). E poi, friggimi tutto questo pesce.

CAM. — ( Guardando ). Il pesce?… Quale?…

CAMI. — ( Passandogli una moneta di nascosto a sua moglie ). Friggi, ti ho detto !

CAMI — ( Comprendendo ). Ah, per Dio !… Ma debbo friggerglielo tutto ?

GIU. — Per me, spaghetti al pomodoro e del piccione.

CAMI. — Idem anche per me, e poi quelli.

CAM. — Si lasci servire. ( Andandosene con la canna e la zucca ). ( Carino il capo banda della musica di Fucecchio ). ( Via ).

GIU. — Hai finito?

CAMI. — ( Andando a sedersi di fronte a Giulia ). Eccomi qua.

GIU. — Se seguiti con la tua manìa finirai col diventare il ridicolo di tutto lo stabilimento.

CAMI. — Tu pensa a stare in compagnia delle altre signore ed a fare della maldicenza sulla rotonda. Io vengo ai bagni per questo.

GIU. — Per lasciarmi sola ! Dopo appena due mesi di matrimonio ! E dire che sposai un uomo maturo perché egli non mi trascurasse troppo !

CAMI. — ( Ridendo ). Sei gelosa dei pesci ?… Ah, ah !

GIU. — Ma di quali? Se tu non prendi nemmeno quelli.

CAMI. — Questo lo dici tu.

GIU. — No, lo dicono i pezzi d’ argento che tu passi al cameriere perchè egli porti in tavola ciò che tu sogni la notte.

CAMI. — ( Più forte ). Questo Io dici tu !

CAM. — ( Entrando ). Pronti con quegli spaghetti ! ( E li serve ).

GIU. — Mangiamo, mangiamo.

CAMI. — Ti raccomando quei pesci.

CAM. — Lei stia tranquillo.

[…]

( Augusto Novelli, brano tratto da “Un campagnolo ai bagni” – 1887 – R. Bemporad & Figlio, Editori, Firenze 1921 )

Viareggio - Bagno Nettuno nel 2012
Viareggio – Bagno Nettuno nel 2012

6 Comments Add yours

  1. Antonella Sacco scrive:

    Ciao🙂 Ho nominato il tuo blog ai Liebster Award nel mio blog, non so se qst cose ti interessano… https://antsacco57.wordpress.com/2015/08/06/liebster-award-2/

    Mi piace

    1. Carlo Rossi scrive:

      Ti ringrazio.

      Liked by 1 persona

  2. marzia scrive:

    🙂
    Ma “Nuova Viareggio Ieri” a quanto risale più o meno??

    Mi piace

    1. Carlo Rossi scrive:

      “Viareggio Ieri” era una rivista di cronaca e storia fondata nel 1964 da Francesco Bergamini ( fondatore nel 1963 del Centro Documentario Storico di Viareggio che nel 2005 ha assunto la denominazione ufficiale di Centro Documentario Storico “Francesco Bergamini” ).
      La rivista è stata pubblicata fino agli anni ’90 anche se con varie interruzioni. Nel 1992 tornò in edicola, per qualche anno, con il nome “Nuova Viareggio Ieri”.

      https://territoridel900.wordpress.com/2014/02/13/francesco-bergamini/

      Liked by 1 persona

  3. unpodimondo scrive:

    Ciao!
    Magari non ti interessa neanche, comunque ti segnalo che alcuni giorni fa ho nominato il tuo blog per il “Book tag Award: 25 domande sui libri” (https://unpodimondo.wordpress.com/2015/07/17/grazie-a-giusy-per-il-book-tag-award-25-domande-sui-libri/)

    Mi piace

    1. Carlo Rossi scrive:

      Ti ringrazio.

      Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...