Augusto Novelli, Un campagnolo ai bagni – Atto Secondo – Scena I


UN CAMPAGNOLO AI BAGNI

 ATTO SECONDO

 SCENA I.

CAMILLO, CORNICIONI.

Viareggio - Pesca dei ciortoni in cima al molo - Foto tratta da "A Viareggio con il treno dei ricordi" - Pezzini Editore - 1992
Viareggio – Pesca dei ciortoni in cima al molo – Foto tratta da “A Viareggio con il treno dei ricordi” – Pezzini Editore – 1992

CAMI. — ( Seduto sul primo gradino della scaletta pescando a canna ). Tre ore ed un quarto, e non ho ancora acchiappato nulla ! Quest’oggi la va male, la va proprio male ! Questi maledetti afferrano l’ esca e poi … via !… (  Pausa ). Ecco roba !… Adesso tocca davvero ! ( Tira ). Là !… Siamo alle solite ; a vuoto !  ( Ricarica la lenza ).

COR. — ( Dall’ interno del camerino 25 ). Bagnaiolo !…

CAMI. — Torniamo a tentare. ( Getta la lenza ).

COR. — ( Di dentro ). Bagnaiolo !

CAMI. — Che cosa grida questo imbecille ?

COR. — ( Affacciandosi in maniche di camicia dal camerino ). Bagnaiolo !

CAMI. -— Potrebbe urlare un po’ meno ?… Non lo sa che i pesci si spaventano?…

COR. — Come?… I pesci?… Quali pesci?…

CAMI. — Quali ?… Non li vede?

COR. — ( Sporgendosi al terrazzo). lo non vedo nulla.

CAMI. — ( Nemmeno io, pur troppo ).

COR. —  ( Tornando a gridare ). Bagnaiolo!…

CAMI. — Ma si può sapere che cosa desidera dal bagnaiolo ?

COR. — Voglio che egli tolga dal mio camerino il bigonciolo dell’ acqua.

Gami. — E per questo lei fa tanto chiasso ?…

COR. — Bagnaiolo !

CAMI. — Bada, veh, che gli scaravento la zucca sulla zucca !

COR. — Bagnaiolo !

CAMI. — ( Fortc ). O la faccia finita, corpo di Giuda ! Sa che la sua è una vera ignoranza? Chi è che le ha insegnato a disturbare così i pacifici cittadini ?

COR. — Crispoci ! Sta’ a vedere adesso che non sarò padrone….

CAMI. — Le ripeto che i pesci fuggono !

COR. — Eh ! andate al diavolo voi, i pesci, chi li pesca e chi li mangia ! ( Si ritira ).

CAMI. — Che animale!… C’è un signore che si diverte senza dar noia nemmeno ai pesci, e lo si deve disturbare a questo modo. Zitto !… se non sbaglio questa volta c’è sul serio!… Senti come tocca!… Sembra un’anguilla. ( Guarda ). Eccola; ci viene! Ci ci viene!… C’è!…

COR. — ( Esce improvvisamente dal camerino col bigonciolo dell’acqua, la rovescia in mare e rientra subito ).

CAMI. — Un accidente a secco ! Ma chi è che l’ ha portato costui ? Già, questa è una giornata incominciata male e deve finir peggio. Tre ore e mezzo e nemmeno un’ acciuga ! ( Ricarica la canna e getta la lenza).

[…]

 ( Augusto Novelli, brano tratto da “Un campagnolo ai bagni” – 1887 – R. Bemporad & Figlio, Editori, Firenze 1921 )

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...