Augusto Novelli, Un campagnolo ai bagni – Atto Secondo – Scena VII


UN CAMPAGNOLO AI BAGNI

 ATTO SECONDO

SCENA VII.

BAGNAIOLO e CAMILLO.

Viareggio - Bagno Felice  gremito di bagnanti - Foto tratta dal mensile " Nuova Viareggio Ieri "  - agosto 1992
Viareggio – Bagno Felice gremito di bagnanti – Foto tratta dal mensile ” Nuova Viareggio Ieri ” – agosto 1992

BAG. — ( Dalla sinistra, nell’acqua ). Cos’ è ? … Cos’ è ?… Prende fuoco il capannello ?

CAMI. — C’è questo ; che ai matti voi non dovreste dare l’abbonamento!…

BAG. — Quali matti ?

CAMI. — Tu oggi mi hai messo accanto un signore il quale, sin da stamattina, non capisco perchè, ha preso a perseguitarmi. Se adesso gli salta il ticchio di tuffarsi quando ci sono io, quello là mi fa perdere l’equilibrio ; e se vado giù, buona notte, è finita !

BAG. — Ah, ma se è per questo, non dubiti ; le farò la guardia. Venga, venga, si butti di schianto !

CAMI. — ( Che incomincia a far timidamente la scaletta ).  Per tua norma e regola io sono senza lo

schianto, perchè ho sempre sentito dire che chi va piano va…. ( Ma nello scendere sguiscia e cade seduto sul primo scalino ).

BAG. — Va per la terra !… O non lo sa che in mare chi va piano si rompe più presto l’osso del collo ?…

CAMI. — ( Stizzito, rialzandosi e urlando ). Io sono nato a Fucecchio, non sono un pesce !.. Ahi, ahi !…

BAG. — Ma si butti a capofitto, se non vuol sentire l’impressione.

CAMI. — Lasciami fare… Vattene.

BAG. — Venga, mi dia la mano.

CAMI. — ( Cominciando ad entrar nell’acqua ). Ahi.!… Dio, com’è fredda !… E’ più fredda degli altri giorni.

BAG. — Venga avanti, venga avanti.

CAMI. — Non tirare !… Ci sono i sassi…. ( Sudando ). E dire che tutti affermano che fa tanto buono alla salute !

BAG. — ( Accompagnandolo ). Venga, s’attacchi qui alla fune….

CAMI. — Grazie, grazie, vattene. ( Eseguisce ).

BAG. — Ma si butti giù con le spalle, altrimenti lei prende un malanno !

CAMI. — Sì, sì…. ( Tremando ). Ma più tardi, più tardi.

BAG. — Non vede come batte i denti?… Faccia così, guardi. ( Gli dà uno sgambetto e lo getta giù ).

CAMI. — ( Barcollando, andando giù e aggrappandosi alla corda ). Imbe….cille !… Vattene, t’ho detto!… Vattene !…

BAG. — E allora che cosa mi chiama a fare ?

CAMI. — Non è…. per farmi bere…. che io t’ho chiamato. Vai via, bestione !

BAG. — Vado, vado…. ( Aspetta che io ci ritorni ). ( Esce dalla destra ).

CAMI. — ( Balbettando , scosso dalle onde e senza mai abbandonare la fune ). Pezzo d’asino!… Ma per chi mi ha preso ? Io sono nato laggiù, a Fucecchio, dunque faccio anche troppo. E’ forse la paura ? Nient’ affatto, perchè non son mica un bambino ; e poi, che cos’è, in fondo, il mare ?… Il mare è come la musica ; fa ballare anche lui, ecco tutto.

[…]

( Augusto Novelli, brano tratto da “Un campagnolo ai bagni” – 1887 – R. Bemporad & Figlio, Editori, Firenze 1921 )

3 Comments Add yours

  1. fulvialuna1 scrive:

    “…Il mare è come la musica ; fa ballare anche lui, ecco tutto.” Troppo bello!

    Mi piace

  2. viola scrive:

    Spero che ti farà piacere perché ho nominato il vostro blog .per sapere di cosa si tratta lo puoi leggere qui https://violetadyliopinionistapercaso.wordpress.com/2015/08/17/liebster-award/
    Un sorriso😉

    Mi piace

    1. Carlo Rossi scrive:

      Ti ringrazio.

      Liked by 1 persona

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...