Elpidio Jenco, Viareggio – I colori di Moses Levy


La spiaggia di Viareggio in un'opera di Moses Levy
La spiaggia di Viareggio in un’opera di Moses Levy

I the danzanti al Royal e al Select; i balli all’aperto di Piazza Vittorio, sotto gli stellati carnevaleschi; i veglioni al Kursaal e al Politeama; le mascherate di gala; gli aloni dei ritrovi di moda; gli angoli del Margherita dove il fiore delle aristocrazie cova le noie d’agosto fra gli ori verdi, rosa e arancioni delle bibite e lo stillicidio delle orchestrine, hanno trovato in Moses Levy il loro esaltatore predestinato.

Ma è quando l’estate nuda conduce in ritmo la danza delle sue ore sotto i pini, o armonizza la spiaggia – che è tutta un fulvo barbaglio fiorito d’ombrelloni luminosi e di femmine versicolori – con i carichi verdazzurri dell’acqua, che Moses Levy si libera ai suoi inni di tutte le possibilità emotive e rappresentative che differenziano la sua opera fra mille …

[…]

(Elpidio Jenco, da Il Sagittario, 1923)

2 Comments Add yours

  1. marzia scrive:

    Vorrei lasciarti qualche verso che è nello stessa tema, ma devo ricordarmene il nome…

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...