Fornaciari Paolo, Viareggio – Le spiaggie con gli occhi di Moses Levy


Moses Levy
Moses Levy

Lorenzo Viani e Moses Levy, per direzioni contrapposte, hanno rappresentato con la loro arte la complessa realtà di una Viareggio sospesa fra passato, presente e futuro.

Così se Viani ha rivolto la sua attenzione, con rabbia e con commossa partecipazione, al dramma esistenziale del mondo delle darsene e dei cantieri navali viareggini, le cui peculiari connotazioni sociali e culturali, fortemente caratterizzanti un’epoca e un’epopea, erano destinate a scomparire, ed in parte erano già scomparse; Levy ha “documentato” la solarità delle spiagge di Viareggio, la policromia dei suoi ambienti, la sua frenesia e spensierata accelerazione al cambiamento.

[…]

(Paolo Fornaciari, tratto dal mensile  “Nuova Viareggio Ieri ” – Anno 2 – N. 8 – Agosto 1993).
Annunci

5 commenti Aggiungi il tuo

  1. kethuprofumo ha detto:

    Non ho conosciuto Levy. Grazie per il post molto informativo. Mi pare che lo stile del suo dipinto sia qualcosa di ‘naive’. Mi piace lo spirito delle sue tele. Oltre, delle donne sono troppo serie. 🙂

    Liked by 1 persona

  2. fulvialuna1 ha detto:

    Vado a curiosare su entrambi.

    Mi piace

    1. fulvialuna1 ha detto:

      Senza togliere nulla a Viani, ma Levy mi ha affascinato.

      Mi piace

      1. Carlo Rossi ha detto:

        Ti capisco anche a me piacciono molto i dipinti di Levy ma Viani… nel 2000 andai a visitare una mostra a lui dedicata allestista al Palazzo Mediceo di Seravezza che ancora oggi ricordo.

        Mi piace

  3. marzia ha detto:

    Non conosco nè Viani nè Levy…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...