Eugenio Müntz, Siena, Il Palazzo Pubblico


Siena - Palazzo Pubblico - immagine tratta da  “Firenze e la Toscana” di Eugenio Müntz, Fratelli Treves Editori, 1899
Siena – Palazzo Pubblico – immagine tratta da “Firenze e la Toscana” di Eugenio Müntz, Fratelli Treves Editori, 1899

Il Palazzo comunale, o Palazzo pubblico, o Palazzo della Repubblica, è un edificio di mattoni, che non ha di regolare che la facciata. Il primo e secondo piano contano ciascuno una dozzina d’enormi aperture divise alla lor volta in tre da colonnette. Il piano superiore più rientrato degli altri non contiene che due finestre. Delle false arcate, degli stemmi, delle nervature, delle feritoie e dei merli danno a questa facciata un aspetto fiero e pittoresco nel medesimo tempo. Un balcone pesante del XVI secolo e uno scudo colle armi dei Medici ne guastano il centro, ricordando pure la caduta dell’antica città libera.

Il palazzo è dominato da un campanile d’altezza enorme, “la Torre del Mangia” (cosi detta da una statua destinata a suonare le ore), costruita in mattoni al basso e di pietre bianche in alto.

Delle porte moderne, guernite d’enormi chiavarde di ferro, danno accesso ai vestiboli, come pure a parecchi cortili.

La Cappella del Campo, eretta davanti al palazzo, c’inizia alla lotta tra gli elementi gotici e gli elementi classici (cominciata nel 1348, fu ornata nel 1460 d’un nuovo fregio da Antonio Federighi). Così spiegansi le contraddizioni tra le diverse parti dell’edifìcio, e quel certo che di angoloso, di duro; da ciò pure ne viene che le nicchie hanno ora la forma ogivale, ora a conchiglia.  I grifi, scolpiti sul fregio e separati da un vaso, ricordano quelli del tempio di Antonino e di Faustina, a Roma. Si osservano inoltre corone, festoni, cornucopie, uovoli. A sinistra, al fondo, alcuni compartimenti di stile classico, con fogliame, un’ aquila colle ali spiegate, ecc.  Sei statue, di apostoli, della fine del secolo XVI, provano il ribasso della scultura a Siena in quell’epoca. Sull’altare, le vestigia d’ un affresco del Sodoma.

Il fior fiore della Scuola senese ha lavorato alla decorazione del Palazzo pubblico : Simone Memmi o Martini, i Lorenzetti, Bartolo di Fredi, Taddeo Bartoli, Sano di Piero, il Vecchietta, il Sodoma, il Beccafumi.
[…]

( Eugenio Müntz, brano tratto da “Firenze e la Toscana”, Fratelli Treves Editori, 1899 )

Siena - Cappella di Piazza, lato sud - immagine tratta da  “Firenze e la Toscana” di Eugenio Müntz, Fratelli Treves Editori, 1899
Siena – Cappella di Piazza, lato sud – immagine tratta da “Firenze e la Toscana” di Eugenio Müntz, Fratelli Treves Editori, 1899
Siena - Cappella di Piazza, lato nord - immagine tratta da  “Firenze e la Toscana” di Eugenio Müntz, Fratelli Treves Editori, 1899
Siena – Cappella di Piazza, lato nord – immagine tratta da “Firenze e la Toscana” di Eugenio Müntz, Fratelli Treves Editori, 1899

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...