Mario Tobino, Per le antiche scale


Maggiano (Lucca)
Maggiano (Lucca)

L’ospedale ha anditi. Ombre medievali, spesse mura. Una volta qui abitavano i frati dell’Ordine L., questa la loro Casa madre. Fino a che, a metà settecento, per certe loro impuntature, irritarono il pontefice che comandò lasciassero il convento, si trasferirono in città.

[…] più volte nel corso degli anni e specie d’estate – all’ improvviso due o tre frati di questo Ordine, senza chiedere permesso, con impeto salgono su per il viale dalla portineria di fondo, parlando concitatamente.

Si dirigono alla chiesa, rimasta intatta come la lasciarono. Arrivati all’ altar maggiore, stanno fermi davanti al grande quadro dove sant’ Agostino consegna le Regole al capo del loro Ordine; e poi con la stessa irruenza, se ne ripartono.

L’ospedale ha ancora voci, ombre, anfratti, freschi angoli del convento. Per giungere al reparto n.2 vi sono gradini ripidi, color tabacco friato, incassati fra due muraglie, come conducessero alla clausura.

 (Mario Tobino, Per le antiche scale, pag.67 – Mondadori 1972)

Maggiano (Lucca) - Fondazione Mario Tobino
Maggiano (Lucca) – Fondazione Mario Tobino

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...