Ferrigni Pietro F.L.C., Firenze – L’orologio di Palazzo Vecchio


Firenze - Palazzo Vecchio - 2015 - 07 - 09 - DSCF0112
Firenze – Palazzo Vecchio

Così ha principio il Corso appena l’ orologio di Palazzo Vecchio suona le tre pomeridiane.

Vero è che l’orologio di Palazzo Vecchio suona quando gli pare, e qualche volta si ferma sulle due e non c’è verso di fargli muovere un passo più innanzi né colle buone né colle cattive.

Il massimo orologio fiorentino, che è un miracolo di meccanica da fare impallidire tutta Ginevra, va soggetto ogni tantino a certi capriccetti originali che m’ han fatto sempre credere ch’ ei sia piuttosto una persona che una cosa.

Nel quarantotto, quando il Sommo Pontefice, allora sempre soggetto a sbagliare, aveva indovinato per bene le aspirazioni dei popoli, e quando per conseguenza era lecito ad un orologio liberale e progressista di bazzicare per le chiese e d’avere amicizia co’ preti, questo nostro regolatore pigliava l’imbeccata dai canonici del Duomo, e suonava mezzogiorno solamente quando monsignore Arcivescovo era pronto per la messa cantata.

[…]

( Ferrigni Pietro F.L.C., brano tratto da  “Su e giù per Firenze”, 1881 )

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...