Renato Fucini, La fonte di Pietrarsa – 5/5


La fonte di Pietrarsa - Pagina 3
Illustrazione tratta dalla pagina 3 di “All’aria aperta” di Renato Fucini – 1897

[…]

Anche la seconda deliberazione del Comune andò, naturalmente, all’aria; e dopo molti, molti mesi venne la terza. Venne, cioè, quella buona, quella vera, quella definitiva per conciliare gl’interessi di tutto il paese; una deliberazione giusta, ponderata e distesa con mirabile chiarezza d’argomentazione ed eleganza di forma dal consigliere Balestri; una deliberazione che, riandando scrupolosamente la storia dei fatti, terminava inneggiando alla concordia dei popoli e alla santa religione dei nostri padri. Fu deliberato di costruire la fontana in faccia alla chiesa.

Prima che questa deliberazione tornasse al Comune col visto della Prefettura, gli abitanti del centro e quelli della piazzetta delle rimesse, s’erano già trovati d’accordo: — Se murano un mattone davanti alla chiesa, segue un macello!

La deliberazione tornò approvata; ma nessuno si fece più vivo. Il Sindaco dette le dimissioni per procurarsi la soddisfazione d’essere rieletto, e il Segretario fu lesto a mettere tutte quelle carte in uno scaffale a dormire.

Dell’accollatario non se n’è saputo più nulla. L’ingegnere ha da pensare alla sua famiglia dopo la multa che ha dovuto pagare, e ha da imporsi privazioni d’ogni genere per estinguere il debito di parecchie centinaia di lire, che gli è toccato contrarre per accomodature e per acquisto di nuovi strumenti.

Son passati due anni, e della pipa non si è più parlato. Lui sta zitto; io non ho il cuore di rammentargliela.

Intanto il paese di Pietrarsa soffre la sete. Ma nelle sere d’agosto, quando le fronde dormono raggrinzate sui rami, e le cicale stesse tacciono spossate, è un gran conforto all’arsura lo scroscio della cascata che larga e perenne, rumoreggiando si perde nelle profondità del dirupo.

 

( Renato Fucini, La fonte di Pietrarsa, tratto da “All’aria aperta”, 1897 )

 

 

2 Comments Add yours

  1. fulvialuna1 scrive:

    Mi è piaciuto tantissimo leggere questo racconto…di una volta.

    Mi piace

  2. Patrizia M. scrive:

    Grazie per queste pagine di storia, sempre interessanti da leggere!
    Un caro saluto e Serena Pasqua.
    Ciao, Pat

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...