Arnaldo Bonaventura, Coreglia Antelminelli 2


Coreglia
Coreglia – Immagine tratta dal libro “I Bagni di Lucca, Coreglia e Barga” di Arnaldo Bonaventura – Istituto Italiano d’arti grafiche Editore, 1914

Le case del grosso paese si aggruppano fitte tra loro e stanno, a dir così, scaglionate lungo le vie ripide e anguste: una volta eran difese da solide costruzioni militari, giacché Coreglia, come sappiamo, fu castello e fortilizio di molta importanza al tempo dei Castracane.

Ora sono state ammodernate e ritinte in vari colori ed hanno, per buona parte, assunto un aspetto di pulitezza ed eleganza, indizio delle floride condizioni economiche de’ lor proprietari. Delle antiche fortificazioni non mancano resti, specialmente nella rocca o fortezza, che domina il paese dal vertice del monte e che mostra ancora i ruderi de’ suoi muraglioni.

Fino al principio del secolo XIX vi esisteva accanto una bellissima torre, che un prete insipiente, divenutone possessore, distrusse per adoprarne le pietre come materiale da costruzione.

All’ingresso del paese è una delle più antiche tra le chiese della provincia di Lucca, cioè la chiesa dedicata a S. Martino e costruita nel secolo VIII, come si rileva da un documento dell’archivio parrocchiale. Questa però non è la chiesa principale di Coreglia…

 

( Arnaldo Bonaventura, I Bagni di Lucca, Coreglia e Barga – Istituto Italiano d’arti grafiche Editore, 1914 )

 

 

 

One Comment Add yours

  1. Bellissimi posti, sia Coreglia che Barga…

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...