Arnaldo Bonaventura, Barga 4 – Il Duomo


Barga - Panorama - immagine tratta da I Bagni di Lucca, Coreglia e Barga di A.Bonaventura – Istituto Italiano d’arti grafiche Editore, 1914
Barga – Panorama – immagine tratta da “I Bagni di Lucca, Coreglia e Barga” di A.Bonaventura – Istituto Italiano d’arti grafiche Editore, 1914

Ma osserviamo senz’altro il Duomo. Questo mirabile edifizio, annoverato tra i monumenti nazionali, fu costruito a più riprese, dal secolo XII al sec. XVII, sopra una più antica chiesa. Il Muratori cita, in proposito, una pergamena del 913 in cui è fatta menzione del Duomo di Barga. Esso è in travertino ed ha sul davanti una scalinata di sei gradini. La facciata attuale, semplice e nuda, — già fianco sud della chiesa del XII sec. — non ha altra ornamentazione se non quella di una doppia serie di archetti a sesto intero (fuorché uno a sesto acuto, posteriormente sostituito all’antico) ricorrenti sotto il cornicione e aventi nei capitelli vari disegni di animali e di figure umane.

Nel mezzo si apre la porta maggiore, alla quale sovrasta un arco scolpito a foglie d’acanto, con un architrave a basso rilievo recante grappoli d’uva e due uomini intenti a coglierla. La porta è fiancheggiata da due colonne: al sommo di esse si affacciano due leoni, uno dei quali rotto, l’altro recante tra le gambe una figura umana.

L’interno della chiesa è a tre navate, sostenute da colonne con archi a sesto intero e diviso in due piani, uno superiore ed uno inferiore. La luce discende nel tempio da strette e lunghe finestre, per le quali filtra tenue, soave, diffondendosi con mistica dolcezza all’intorno.
[…]

Il campanile del Duomo è pure antichissimo, ma subi, nel 1478, molti restauri ed altri più tardi specie dopo che, nel 1771, fu diroccato dai fulmini. D’altra parte la sua architettura lo dimostra coevo alla chiesa: del che sono più speciale documento i due cornicioni di archetti che corrono intorno ai due piani di mezzo e che sono in tutto uguali a quelli che già abbiamo notato sulla facciata del Duomo.

Dalle campane armoniose trae il suono, urtandole col suo battente, l’orologio pubblico, dal quale, per dirla col Pascoli,

il suon dell’ore viene col vento,
dal non veduto borgo montano :
suono che uguale, che blando cade,
come una voce che persuade.

 

( Arnaldo Bonaventura, I Bagni di Lucca, Coreglia e Barga – Istituto Italiano d’arti grafiche Editore, 1914 )

 

Barga - Duomo - immagine tratta da I Bagni di Lucca, Coreglia e Barga di A.Bonaventura – Istituto Italiano d’arti grafiche Editore, 1914
Barga – Panorama – immagine tratta da “I Bagni di Lucca, Coreglia e Barga” di A.Bonaventura – Istituto Italiano d’arti grafiche Editore, 1914

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...