Francesco Fontani, Firenze – Basilica di San Miniato


Firenze - Porta S.Niccolò - 2015 - 07 - 09 - DSCF0042
Firenze – Porta S.Niccolò

L’unica tra le Porte di Firenze che conservi l’antica sua maestà, e l’altezza primiera è quella che dicesi a S. Niccolò, nome venutole dalla Chiesa , che ancora esiste dentro al borgo interno, e che è d’una antichità ragguardevole.

Alla sinistra di questa Porta si alza un assai elevato Colle appellato talora dagli Storici il monte Fiorentino, ed alcuna volta il monte del Re, probabilmente da qualcheduno de’ Regi Longobardi. Sopra di questo siede maestoso un celebre antico Tempio, sacro alla memoria del Martire S. Miniato , che giusta la comun tradizione morì fra i tormenti sotto Decio verso la metà del secolo terzo, e l’esame appunto di sì ragguardevole monumento è ciò che dee interessar di presente la nostra attenzione.

“Nel riedificar questa Chiesa nel 1013” dice  il Vasari,  “ l’arte si vide aver ripreso alquanto del suo vigore; perciocché oltre agli ornamenti che di marmo vi si veggono dentro e fuori, si vede nella facciata che gli Architetti Toscani si sforzarono d’ imitare nelle Porte, nelle Finestre, nelle Colonne, negli Archi, e nelle Cornici, quanto potettono il più, l’ordine buono antico.”

Infatti non all’esterno soltanto è questa fabbrica elegante e magnifica, ma nell’ interno ancora, mentre sì ammira essa spartita con giusta simetrìa in tre ben distinte navate, sostenute da colonne di marmo e di pietra in buon ordine disposte, e conducenti alla Tribuna, o Presbiterio che dire si voglia, il quale maestosamente si alza sopra la sottoposta Confessione o Martirio, giungendovisi col mezzo di due scalinate di marmo , nel loro genere perfettissime.

Il pavimento del Presbiterio è tutto di marmi distinti a fregi ed arabeschi, e sull’angolo sinistro di questo vedesi un vaghissimo Ambone, pure di marmo, sostenuto da simili colonne. Nell’Apside, dietro l’Altare, anch’oggi cinque finestre d’ antica maniera comunicano meno sfacciata la luce al Presbiterio essendo ornate con specchi di Fengite, ossia Pietra speculare, e nella cavità superiore della volta avvi un Mosaico rappresentante il Divin Salvatore in mezzo ai due SS. Evangelisti Matteo e Giovanni, con a sinistra del primo l’imagine di S.Miniato ornato di corona Reale, perciocché gli atti non genuini del detto Santo portavano che e’ fosse figlio d’un Re d’Armenia.

( Francesco Fontani, brano tratto da “Viaggio pittorico della Toscana – Vol. 1” – Firenze per Vincenzo Batelli e Comp., 1827 )

 

Firenze - Basilica di San Miniato al Monte - 2015 - 07 - 09 - 2
Firenze – Basilica di San Miniato al Monte
Firenze - Interno Basilica di San Miniato al Monte - 2015 - 07 - 09 - 1
Firenze – Interno Basilica di San Miniato al Monte

2 Comments Add yours

  1. marzia scrive:

    Durante l’ultima mia visita a Firenze trovai il modo di visitare San MIniato.
    Il collega Marco Hagge me lo consigliò vivamente quando ci salutammo.
    C’è un affaccio sulla città che non se se abbia o meno eguali.
    p.s. il nostro albergo era prossimo a Porta S.Niccolò…

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...