Ferrigni Pietro F.L.C. – Firenze – Il viale dei Colli – Primo tratto -2


Firenze - 20160705_029

Senza dubbio anche la Costarella di San Giorgio ha i suoi magnifici edifizi che fanno onore alla città. Ci ho veduto delle case di cinque piani con cinque finestre, compresa la porta, e con una facciata d’ ordine composito, ma composito bene, rigonfia nel mezzo, elle era un miracolo d’ idropisia architettonica !
Ma a me, lo confesso col rossore sulla fronte, mi piacciono più le nuove abitazioni, i villini, le palazzotte, sorte come per incanto su tutti i poggi rivestiti di fiori che alzano le spalle verdeggianti ai lati dell’amena passeggiata.
Quelle case dall’aspetto ridente, dalle finestre spalancate ai raggi del sole di primavera, tutte linde, tutte eleganti, tutte popolate di ricchi abitatori, piantate là in mezzo a un giardino dove il lillà moltiplica le sue pendule ciocche, il rododendro s’ invermiglia tra il cupo fogliame, il pitosporo semina le aiuole delle sue bianche corolle, e la rosa si arrampica sui pilastri e sui cornicioni ; quelle case circondate da una leggiera cancellata scintillante di dorature, mi mettono addosso un brio, una gaiezza, una voglia di finire allegramente la giornata che non si può ridir con parole !
Sarà forse perchè i miei mezzi non mi permettono il lusso dell’ invidia, ma è un fatto che quelle palazzine civettuole, que’ villini eleganti m’ inspirano un vivo sentimento di benevolenza universale;… e abbiamo fatto amicizia, e mi conoscono quando arrivo fra loro dondolandomi in un beato ozio senza riposo, e mi fanno 1’occhiolino colle persiane socchiuse, e hanno un’ aria così furbacchiotta, così maliziosa, che mi pare di sentirmele sussurrare all’orecchio: —Ah! se tu sapessi quante storielle piacevoli ti potremmo raccontare, quanti aneddoti graziosi, quanti intrighetti galanti, quanti romanzetti pieni di pazze vicende e di ridevoli episodii…. se tu sapessi quante Lune di miele arrivarono qui al primo quarto e andarono via Lune piene !… e quante Lune nuove sorsero falcate dalla collina e tramontarono con un par di corna fiammeggianti dietro le cime di Bellosguardo, e di San Vito !
Io so per adesso una cosa sola, che qui si respira un’ aria balsamica, che il venticello carezzoso aleggia impregnato di mille soavi profumi, che il Viale è spazioso, che la salita è lieve e che ho un appuntamento con la Notte di Michelangiolo, sdraiata su, in cima al Piazzale, per aspettarmi.
[…]

 

 

( Ferrigni Pietro F.L.C. , brano tratto dal libro “Su e giù per Firenze – Monografia Fiorentina” , G.Barbera Editore, Firenze, 1877 )

 

One Comment Add yours

  1. fulvialuna1 scrive:

    Che bello questo pezzo!

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...