Ferrigni Pietro F.L.C. – Firenze – Il viale dei Colli – Terzo tratto -3


firenze-2015-07-09-dscf0004

Giù in fondo alla valle si accendono i mille fuochi della città; il raggio della luna tinge in azzurro i marmi degli edifizi e le torri de’ palazzi ; la lunga fila de’ lampioni per l’ immensa curva dell’Arno getta sulla superficie dell’onda increspata una corona di riflessi scintillanti; e sulle tranquille acque del fiume vogano le brune barchette e suonano le allegre note della canzone del renaiuolo.

Con questi pensieri ripiglio placidamente la via, costeggio la vasca sotto le gradinate della Loggia, mi volgo a destra pel Viale Michelangelo, e scendo verso la città all’ombra de’ giovani platani, tra i cui rami cinguettano le rondinelle, van pipilando dolcemente le passere, e gli usignoli fan versi d’ amore.

La strada è lunga e va giù dolcemente sulla china del poggio fiorito. Di qua si stendono i campi ove ondeggia il frumento, ove i pioppi s’inghirlandano co’ tralci della vite pampinosa, ove il lauro corre sulle siepi.

“Odio l’allòr che, quando alla foi està
Le novissime fronde invola il verno
Ravviluppato nell’ intatta vesta
                      Verdeggia eterno….
Te, poverella vite, amo, che quando
Fiedon le nevi i prossimi arboscelli,
Tenera, all’ altrui duol commiserando,
                    Sciogli i capelli !”

 

[…]

 

 

( Ferrigni Pietro F.L.C. , brano tratto dal libro “Su e giù per Firenze – Monografia Fiorentina” , G.Barbera Editore, Firenze, 1877 )

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...