Mazzarosa Antonio – Lucca: giro per la città – Le Mura -1


Lucca - Le Mura - 2013 06 25 - DSCF0652
Lucca – Le Mura

Si salga al passeggio delle mura ; così chiamato perchè è tutto sui baluardi e le cortine che chiudono la città.  Non sarà discara al forestiere una breve contezza delle cose principali che risguardano questa fortificazione.
Lucca dopo la invenzione dell’ artiglieria trovandosi esposta senza difesa agli attacchi dei vicini, e volendo i Lucchesi conservare con ogni possibile modo il bene inestimabile della loro libertà, deliberarono di cingere la città con mura da resistere al cannone. Vi fu posto mano il 1504 ; e fino al 1544 si lavorò a fare dei bastioni semicircolari al modo dei vecchi torrioni.  Migliorata però in quel tempo 1’arte del fortificare conobbesi il difetto del lavoro principiato ; e fu corretto nella maniera che si vede presentemente sui consigli de’ più grandi tra i guerrieri d’allora, Carlo quinto imperatore, Emanuele Filiberto duca di Savoja, e il duca di Parma Alessandro Farnese, di ciò pregati dai padri.

L’architetto che più vi si segnalò fu Vincenzo Civitali nostro. Incominciata la grandiosa opera il 1504 come si è detto, ebbe il suo compimento l’anno 1645 con la totale spesa di lire di Lucca 7,163715 (franchi 5,510550): somma così tenue (vista la tanta mole, ed esaminato le case matte, i magazzini, le sortite) che non si crederebbe se registri autentici nol comprovassero, e se non si sapesse che nelle repubbliche il danaro dello stato era speso con tutta la economia propria di una solerte famiglia.
Ma qui non finiva la spesa, che bisognava armare le mura di conveniente artiglieria ; e si fe ancor questo, nè solo quanto il bisogno poteva richiedere, ma abbondantemente e con lusso. Erano i cannoni da centoventi, tutti di grosso calibro, e due tra gli altri in peso di libbre quattordicimila l’uno, che gettavano palle da trentasei. E tutti erano in bronzo, e taluni distinguevansi per la ricchezza e buon gusto degli ornati e delle figure.
Tanti cannoni e bellissimi, fatti a terrore dei vicini, da gran tempo non servivano che a maestoso ornamento delle mura e a rendere più decorose col tonar loro le pubbliche feste. Anche nelle ultime calamità non mai ad altro furono impiegati se non che a solennizzare le vittorie di chi  ci comandava a vicenda. Ma lasciamo questo ingrato discorso.

Lucca - A spasso sulle Mura - 2011 - 2
Lucca – Passeggiata sulle Mura

Undici sono i bastioni congiunti per altrettante cortine. L’altezza verticale delle mura presa alla base è di braccia 20,3 ( metri 11,95 ). Hanno le cortine dalla parte della città dei larghi terrapieni a gradi. E questi e i baluardi sono piantati di belli alberi con simmetria. Evvi su per tutto il giro una spaziosa strada ad uso delle carrozze, da dar luogo a tre di fronte, seguitata sempre da un elevato marciapiede dalla parte della campagna: lunga è la strada braccia 7105.6 (metri 4195,80) . Può dirsi con verità che questo passeggio non ha l’eguale in Italia : tutto attorno alla città e perciò comodo a ogni punto, elevato e così asciutto, con la vista di una campagna variatissima per piani colli montagne ville borgate, e deliziosa per una coltivazione delle più diligenti.
[…]

 

 

(  Mazzarosa Antonio – brano tratto da “Guida di Lucca e dei luoghi più importanti del Ducato” – 1843 )

Lucca - Le Mura - 2013 06 25 - DSCF0821 a
Lucca – Le Mura

One Comment Add yours

  1. fulvialuna1 scrive:

    Maestosamente belle e affascinanti nel loro poter essere percorse.

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...