Carlo Lorenzini (Collodi) – I misteri di Firenze – 15 – Gli amici politici -1


Firenze - 2015 - 07 - 09 - DSCF0015

In questo frattempo, di mezzo al baccano che si faceva nella stanza accanto, si udì una voce più forte delle altre che gridò :
— Aprite la finestra o si scoppia.

E difatti, poco dopo, si vide spalancare per di dentro una piccola finestrucola, di forma quatta e bislunga, che restava sù in alto, nella parete di legno.

Satis de politica: adhuc de foemina — gridò un’altra voce.
— No !
— Si ! si !
— No, lasciatemi finire — tornò a urlar più forte un terzo — eppoi muteremo argomento. Voi mi avete accusato di freddezza e di poca fede !… Sciagurati ! se qualcuno lo pensa davvero, che si alzi in piedi, e me lo venga a dire sulla faccia. Eccomi qua: io son pronto a render ragguaglio, una per una, di tutte le mie azioni e di tutte le mie parole. Quello che ho in cuore, ho sulle labbra: e il galantuomo, la persona onesta e dabbene, deve parlar francamente, schiettamente, quand’anche la sua opinione possa trovarsi in aperto disaccordo con quella degli amici. Voi avete fede in voi medesimi, nel vostro coraggio, nella santità della vostra causa — e fin qui sta bene: voi però ritenete che cento, quattrocento, persone, armate di zelo e di buona volontà, costituiscano tutto un popolo, tutto un paese: e qui nasce la controversia. Il desiderio vivissimo, l’ansia affannosa di metter mano all’opera, vi spinge a fare senza logica, e, come suol dirsi, all’impazzata…
— Non è vero !
— È verissimo, perocché voi cominciate per l’appunto là, dove bisognerebbe finire. Se la nostra è opera di rigenerazione, se la nostra è opera di rinnuovamento universale, cominciamo dalla base, rifacciamoci da quella massa compatta, semoventesi, diversa, che si chiama col nome complessivo di popolo, e che fu sempre il cardine, il fondamento, la pietra angolare su cui riposa tutto il sociale edifizio. Quando il fondamento è decrepito e mal fermo, perchè rifarsi dal restaurare la facciata e i gravi ornamenti architettonici della tettoja ? Credete forse che da una schiappa di confessionario vecchio e tarlato, possa ricavarsene un’asta da torneo, a una manovella da dar la leva alle migliaja delle migliaja ?… Ubie, visioni, fantasticherie di gente che travede, per troppo buon volere…
— Ubie le tue ! — interruppe un’altra voce — perocché appigliandoci al tuo partito, ci sarebbe da toccare il finimondo, senza avere smosso una foglia.
— E quando mai si potè determinare un tempo ai grandi rinnuovamenti sociali ? e quando mai fu detto che le opere di riforma, dovessero avere una scadenza esatta e precisa, come tante cambiali ? Oramai sarebbe tempo di farsi persuasi, che per creare di sana pianta un nuovo ordine di cose non basta il vecchissimo fiat lux di pochi credenti: perchè il popolo, o come dir si voglia, le masse, o le moltitudini, non possono apprendere dalla sera alla mattina, quasi per intuito, quella sapienza civile, che è grandissimo argomento e mallevadoria di durata per le liberali istituzioni…
— Sofismi ! se fosse qui l’Avvocato Bifronti…
— E chi è l’Avvocato Bifronti ?… un parlator di vantaggio; e nulla più; anzi un can Cerbero che abbaja da liberale, aspettando che il governo gli chiuda la gola con un impiego di sei mila lire all’anno.
— Chi offende l’Avvocato Bifronti, offende me.
— Non è vero, Benedetto : il tuo cuore e il tuo ingegno furono sempre due cose sacre per tutti gli uomini onesti…
— Ritira dunque l’ingiurie che hai scagliate contro la persona più cara che io m’abbia al mondo !
— Non posso !
— Ah ! non puoi ?… allora ti dirò che quello che insulta l’amico assente, è un vile.

A queste parole, succedette un silenzio profondissimo: stando in orecchi, si sarebbe inteso volare una mosca.

[…]

( Carlo Lorenzini (Collodi) – Brano tratto dal libro “I misteri di Firenze – Scene sociali” – 1857)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...