Strafforello Gustavo, Pietrasanta – 1890


Pietrasanta - Piazza della Collegiata
Pietrasanta – Piazza della Collegiata – immagine tratta dal libro “La Patria – Geografia dell’Italia – Massa e Carrara, Lucca, Pisa e Livorno” di Strafforello Gustavo – 1890

Siede alla base di un poggio di calcare arenoso, a 22 metri d’altezza e le sue mura castellane, dopo circuito il parallelogramma della città, salgono quasi a triangolo sul poggio soprastante per servir di cortina alla sua rocchetta anticamente detta Rocca di Sala: questa nel secolo XIII era sede dei Visconti di Corvaja e nel secolo XV fu tenuta ed abbellita da Paolo Guinigi signore di Lucca.

Lungo sarebbe ricordare i personaggi insigni che vi fecero sosta nei viaggi o nelle spedizioni militari: basti di Carlo VIII re di Francia che ne ebbe le chiavi nel 1494 per vile cessione di Piero de Medici; Cosimo I vi fece frequenti dimore e ne datò il decreto che donava al Cellini la casa per le officine da fondervi il Perseo. Fu smantellata da Leopoldo II e venduta alla famiglia Luccetti.

Si entra nella città per tre porte, due delle quali, la Lucchese e la porta di Massa, stanno a capo della strada maggiore, fiancheggiata dalle abitazioni più decenti e da palazzine ; mentre la terza porta (Pisana) va per Montrone a Viareggio e di là a Pisa. E’ vòlta a libeccio e conduce direttamente nella gran piazza della Collegiata nel centro della città, in cui sorge anche il Pretorio e il palazzo Civico con bella fontana e statua di Leopoldo II, del Santini.

Pietrasanta - 2012 10 24 - 020
Pietrasanta

La collegiata di San Martino di cui s’ignora, come della città, il tempo preciso della fondazione; fu rifabbricata più grande verso il 1324 ed è a tre navate con cinque colonne in parte di marmo di Stazzema. L’ultimo restauro fu fatto nel 1819, quando fu rimossa la cupola per togliere di mezzo alla chiesa i piloni massicci che la sorreggevano, sostituendovi l’odierna cupola più leggiera. La quale fu data a dipingere, in un con la navata maggiore, al pennello troppo frettoloso del fiorentino Ademollo, che vi fece, fra le altre cose, il Giudizio Universale.

La facciata del 1474, con iscritto il nome di Lorenzo di Pietrasanta, ha un bel rosone con vaghi ornati come le porte. Pulpito egregiamente scolpito in un sol blocco di marmo (1504) da Stagio Stagi, artista valente del luogo, di cui sono anche molte scolture nel coro: belli i candelabri di marmo e la pila dell’acqua santa. Nella tribuna vi sono affreschi di Antonio di Francesco Corsi, detto il Corso, e del Ciampanti di Lucca (1496). Stalli di Lorenzo di Bartolomeo Bertolucci (1480). Tabernacolo di Lorenzo Stagi (padre del suddetto Stagio Stagi), Il fonte battesimale ha scolture in parte di Donato Benti (prima metà del sec. VI). L’Opera di San Martino possiede un bellissimo capitello che si deve ritenere di Matteo Civitali o di Nicolò suo figlio.

Nell’Oratorio quasi dirimpetto alla Collegiata è un bellissimo battistero, eseguito con somma perizia e diligenza (1603-1612) da un Pelliccia e da un Bergamini, ambidue scultori ed intagliatori di Carrara.

La chiesa di Sant’Agostino, del secolo XIV, è di struttura gotica con facciata ricca ma non ultimata. Pavimento di antiche lapidi sepolcrali. Nella prima cappella a destra entrando è un buon dipinto di Taddeo Zacchia da Vezzano (1518) ed un bell’altare dello Stagi o della sua scuola.

Il campanile, staccato dal Duomo, eretto dopo il 1515 con una originale scala a chiocciola di Donato Benti, e il palazzo Municipale, del 1346, compiono l’abbellimento della piazza.

 

( Strafforello Gustavo, brano tratto dal libro “La Patria – Geografia dell’Italia – Massa e Carrara, Lucca, Pisa e Livorno” – 1890 )

Pietrasanta - 2012 10 24 - 013

Annunci

3 commenti Aggiungi il tuo

  1. vikibaum ha detto:

    bella pietrasanta ci sono stata per Botero…un incanto e questo post è tutto da godere, ciau

    Mi piace

  2. fulvialuna1 ha detto:

    Questa nuova serie di post mi piace tantissimo.

    Mi piace

    1. Carlo Rossi ha detto:

      Ti ringrazio

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...