Strafforello Gustavo, Lucca – 1890 – Piazza del Duomo e Duomo


52-lucca-duomo-di-san-martino
Lucca – Duomo di San Martino – immagine tratta dal libro “La Patria – Geografia dell’Italia – Massa e Carrara, Lucca, Pisa e Livorno” di Strafforello Gustavo – 1890

Ha una certa imponenza per gli edifizi che la circondano, fra cui il Monte di pietà, e il palazzo con porticato dell’Ammanati nelle adiacenze. Una lapide ricorda dove era la casa di Castruccio Antelminelli. Nel centro è la bellissima fontana marmorea del cav. Nottolini. […]

Il Duomo di San Martino è un edifizio imponente, annoverato fra le cattedrali più rinomate d’Italia.
É il risultato di molteplici costruzioni in epoche diverse e da diversi artefici: nella sua varietà vi predomina lo stile romanzo-lombardesco.
Fu fondato fra il 560 e il 588 da San Frediano, riedificato nel 1050 dal vescovo Anselmo Badagio, milanese, che divenne poi papa Alessandro II, e consacrato, nel 1070, da lui.

La facciata propriamente detta, che comprende le fronti delle tre arcate a piano di terra e i tre ordini superiori di loggie di cui l’ultimo con soli sei archi, son di Guidetto da Como e risalgono al 1204. Le colonne di codeste loggie son di vario disegno, molte attorte, le inferiori intarsiate, le mediane alternanti con marmo rosso e le superiori con marmo verde.

Nel 1308, sotto la direzione dei capomastri Lippo Pucci di Firenze e maestro Nicolao da Siena e per mezzo degli operari Matteo Campanari e Bonaventura Rolenzi, fu prolungata la crocevia e la chiesa, compiuta la bella tribuna del coro con le sue semi-colonne sottostanti e soprastanti gallerie aperte, applicate le forme gotiche, nel 1372, coll’aiuto dei migliori artisti della Toscana, costruiti i pilastri ottagoni ed arricchite dal 1400 le decorazioni.

La torre del campanile col numero regolarmente crescente delle finestre appartiene alla struttura primitiva. Codesta torre costrinse il Guidetto a tenere più stretta una delle tre arcate del portico ed a sopprimere un tratto corrispondente della facciata coi rispettivi archetti delle loggette superiori come se da quella parte la facciata si addentrasse nel corpo della torre del campanile.

( Strafforello Gustavo, brano tratto dal libro “La Patria – Geografia dell’Italia – Massa e Carrara, Lucca, Pisa e Livorno” – 1890 )

Lucca - San Martino - 2013
Lucca – San Martino – 2013
Annunci

Un commento Aggiungi il tuo

  1. fulvialuna1 ha detto:

    Questo genere di notizie mi interessano tantissimo. grazie.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...