Strafforello Gustavo, Lucca – 1890 – Duomo di San Martino – Interno


Lucca - San Martino - 2013 06 25 - 2
Lucca – San Martino – 2013

Ma entriamo nel Duomo con la scorta di P. Selvatico che si giovò di quel che ne scrisse Enrico Ridolfi (L’arte in Lucca studiata nella sua Cattedrale, 1882).

L’interno di San Martino ha forma di croce latina, parallelamente all’asse longitudinale ha otto grandi arcate per lato della navata centrale a tutto sesto ed una più piccola ad arco acuto che fa capo all’abside. I pilastri che sorreggono queste arcate non sono né romani né lombardi; la loro forma risulta dall’applicazione di un elemento lombardo al pilastro rettangolare: mentre presentano sopra le fronti il sostegno alle arcate, offrono agli angoli smussati dei mezzi colonnini ottagoni che si slanciano seguendo un secondo ordine d’archi fino all’impostatura delle vòlte; ed ivi (alla lombarda) incurvansi formando i costoloni di tante crociere quanti sono gli spazii compresi fra i pilastri, costituendo il soffitto della gran nave.

Per tutta la lunghezza di questa, e girando ancora sul muro estremo della chiesa sopra la porta maggiore ricorre una galleria ad archi doppii di colonnini, intagli, trafori di bellissimo effetto e, più in alto, corrispondenti a ciascuna crociera, son praticate finestre circolari traforate e intagliate a disegni svariati.

59-lucca-duomo-angelo-di-matteo-civitali
Lucca – Duomo di San Martino – Angelo inginocchiato di Matteo Civitali – immagina tratta dal libro “La Patria – Geografia dell’Italia – Massa e Carrara, Lucca, Pisa e Livorno” di Strafforello Gustavo – 1890

Soffermandosi sull’ingresso a guardare lo scorcio della chiesa dalla navata maggiore produce un effetto gratissimo la fuga dei massicci ed eleganti piloni ornati di capitelli a profondo intaglio di rose e foglie d’acanto e delle superbe gallerie leggierissime pei loro trafori su cui giransi vagamente le arcane vòlte, ricche d’ornati armoniosi e di divote effigie di Santi.

Ben poche delle maggiori chiese d’Italia producono un’impressione così gradevole e imponente.

Quest’organismo interno, nel quale alle finestre laterali e all’abside spunta il gotico, è come la facciata una risultante lombardo toscana. Costruito nel 1372, dopo aver abbattuto ciò che preesisteva, quest’organismo ci presenta il contrasto fra i due stili che dura ancora sullo scorcio del secolo XIV.

Il duomo di Lucca è lungo metri 84,30; asse maggiore della crociera, metri 43,65; asse minore, metri 15; larghezza delle tre navate, metri 27,2; della nave di mezzo, metri 9,18-9,95; altezza della nave di mezzo, metri 27,62; delle navate laterali, metri 16,04; altezza della torre del campanile, metri 57.

Gli antichi freschi della vòlta centrale furono restaurati nel 1858 e quelli delle laterali nel 1882; pende da essa una lampada, specie di vaso composto di sbarre di ferro.

I vescovi di Lucca (dal 1726 arcivescovi) godevano di molti antichi privilegi loro concessi dai papi e dagli imperatori, e dei quali sopravvivono ancora quello d’indossar la porpora cardinalizia e quello di bruciare in certe solennità del lino nella suddetta lampada. Anche i diciotto canonici godono di parecchi privilegi onorifici fra cui quello di portare la berretta rossa dei cardinali.

I dipinti sulle vetriate delle tre finestre del coro sono di Pandolfo di Ugolino da Pisa (1472-85). Il pavimento è in pianelle di bianco marmo contornate di liste di marmo verde e di ornati marmorei a varii colori.

 

 

( Strafforello Gustavo, brano tratto dal libro “La Patria – Geografia dell’Italia – Massa e Carrara, Lucca, Pisa e Livorno” – 1890 )

Lucca - San Martino - 2013 06 25 - 3
Lucca – San Martino – 2013
Annunci

Un commento Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...