Strafforello Gustavo, Lucca – 1890 – Duomo di San Martino – Giro artistico


lucca-duomo-2013-06-25-dscf0713
Lucca – Duomo

Ed ora ci tenga dietro il lettore nel giro artistico che andremo facendo in questo Duomo monumentale di Lucca.

A destra dell’ingresso, nel primo altare: Natività, di Domenico Passignano (4594); nel secondo altare, Adorazione dei Magi (1595), di Federigo Zuccaro ; nel terzo altare, Ultima cena, di Jacopo Tintoretto (1591) con gli angeli soprastanti intieramente tizianeschi; nel quarto altare, Crocefissione (1598), del predetto Passignano; nel quinto altare, Risurrezione (1824), del Ridolfi da Lucca.

ÀI quinto pilastro, a destra, Pulpito con superbi ornati del Rinascimento del Civitali (1498). Dirimpetto, a destra, la sagrestia con pala di altare di Domenico Ghirlandajo rappresentante la Madonna in trono con allato sul davanti a sinistra San Pietro, a destra San Paolo e dietro ad essi a sinistra papa San Michele e a destra San Sebastiano, pittura gioiosissima; nella predella in cinque scompartimenti : Liberazione di San Pietro, Martirio di San Clemente, il Padre Eterno che depone Cristo nel Sepolcro, il Martirio di San Sebastiano, Conversione di San Paolo; nella lunetta: il Cristo morto, sorretto dal Padre Eterno, mostra lo stile misto di Filippino e di Botticelli; nelle pareti quattro edicole gotiche col Padre Eterno e i Ss. Marco, Luca e Matteo ed a tergo Patriarchi e Santi protettori del Duomo.

Il Tesoro del Duomo contiene fra le altre cose la così detta Croce dei Pisani, vale a dire, lavorata da artisti pisani verso il 1420, crocefisso gotico d’argento dorato del peso di 15 chilogrammi, alto 63 centimetri e i cimelii seguenti: Reliquiarium di San Sebastiano; Reliquiarium di San Blasio; cassetta in cuoio montata in argento con rilievi dipinti della Vita di Cristo, dono fatto nel 1492; Evangeliarium con legatura d’argento cesellalo (1566). […]

La pila dell’acqua santa, nel pilastro di mezzo della navata transversale con teste d’angeli e fogliame, fu eseguita verso il 1413 da Jacopo della Quercia.

58-lucca-duomo-tomba-a-pietro-da-noceto
Lucca – Duomo di San Martino – Tomba a Pietro da Noceto – immagina tratta dal libro “La Patria – Geografia dell’Italia – Massa e Carrara, Lucca, Pisa e Livorno” di Strafforello Gustavo – 1890

Procedendo oltre nel Duomo nella navata transversale destra all’estremità del muro destro ammirasi il bellissimo mausoleo di Pietro da Noceto, già segretario di papa Nicolò V, scolpito da Matteo Civitali in cui all’eleganza e squisitezza dell’ornamentazione vuolsi aggiungere la figura del Noceto giacente, di una grazia e di una verità che mal si potrebbe desiderare la migliore.

Dirimpetto al monumento Noceto è la cappella del Sacramento con sull’altare due angeli inginocchiati presso il tabernacolo, dello stesso Civitali (1473-78), il quale condusse ancora l’insuperabile Altare di San Regolo (1484), un capolavoro ornato da tre bellissime statue (San Regolo, San Sebastiano e San Giovanni) più alte del vero e tre stupendi bassorilievi ammirabili per la proprietà delle figure e l’espressione dei volti. […]

60-lucca-duomo-altare-s-regol
Lucca – Duomo di San Martino – Altare di S.Regolo – immagina tratta dal libro “La Patria – Geografia dell’Italia – Massa e Carrara, Lucca, Pisa e Livorno” di Strafforello Gustavo – 1890
lucca-duomo-2013-06-25-dscf0715
Lucca – Duomo

A sinistra del coro è l’ Altare della Libertà dedicato nel 1639 a Cristo dai Lucchesi per essere stati liberati da Carlo IV dai Pisani ed ornato 200 anni dopo di bellissimi lavori in marmo da Gian Bologna rappresentanti Cristo risorto con a destra San Pietro e a sinistra San Paolo. Nella base dell’altare vedesi il rilievo di Lucca e sotto il Cristo leggesi l’ iscrizione Joannis Boloni Flandren opus 1579. II Cristo è una delle migliori statue di Gian Bologna.

Nella cappella seguente, con cancellata detta il Santuario, ammirasi un capolavoro di Fra Bartolomeo. Sotto un portico che schiudesi in un paese ameno vedesi la Madonna seduta in mezzo al Battista e a Santo Stefano, in alto due Angeli con la corona e il velo e sotto un altro Angelo che sta suonando la viola e guardando in su. L’iscrizione suona : Fratris Bartholomei florentini opus 1509. Onesto quadro, rinomato nell’istoria dell’arte sotto il nome della Vergine del Santuario, va annoverato fra i migliori che vanti l’Italia. Il marchese Mazzarosa così ne scriveva a Pietro Giordani :

“Questa tavola è un paradiso! L’unità del pensiero, l’armonia della composizione, la verità e il puro accordo del colorito, la finezza dell’espressione, la sicurezza del contorno (non inferiore a quella in Raffaello), il rilievo come lo trattavan gli antichi — tutto tutto ha qui raggiunto l’apice dell’arte..! E qual interna pace nell’espressione e nelle movenze delle sette figure ! la realtà perfetta e insieme una visione beatificante ! L’angelo che suona e canta al basso supera per così dire la natura stessa mediante la nobiltà dell’arte !”

Movendo per la navata di mezzo verso la sagrestia incontransi due bellissime pile per l’acqua santa del Civitali e sul pavimento il Giudizio di Salomone in quadrelli di marmo colorato, di Maestro Antonio di Ghino da Siena (1477), rinnovato in parte nel 1794.

L’Archivio del Capitolo possiede più di 4.000 pergamene, la più antica delle quali risale al 744, e l’Archivio Arcivescovile più di 10.000 (delle quali 279 del secolo VIII e 1.750 anteriori al 1000). Il Muratori lo definì “amplissimo tesoro di tutta la veneranda antichità di cui difficilmente può in Italia trovarsi l’uguale”.

 

 

( Strafforello Gustavo, brano tratto dal libro “La Patria – Geografia dell’Italia – Massa e Carrara, Lucca, Pisa e Livorno” – 1890 )

 

Annunci

Un commento Aggiungi il tuo

  1. fulvialuna1 ha detto:

    Un vero scrigno.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...