Strafforello Gustavo, Carrara – 1890 – Duomo di Sant’Andrea e Accademia di Belle Arti


Carrara - Duomo di Sant'Andrea
Carrara – Duomo di Sant’Andrea – Immagine tratta dal libro “La Patria – Geografia dell’Italia – Massa e Carrara, Lucca, Pisa e Livorno” di Strafforello Gustavo – 1890

Carrara giace a 119 metri sul livello del mare, nella bella valle del Carrione, alla falda meridionale del monte Sagro, a 6 chilometri da Massa e poco lungi dal mare, ov’è la Marina di Carrara. È una bella e comoda città, con vie ampie e regolari, grandi e magnifiche piazze, belle chiese, edifizi eleganti ornati di marmo. Niuna città del mondo merita più di Carrara il titolo di marmorea; non solamente tutti i pubblici edifizi, ma anche una gran parte dei privati, antichi e moderni, sono intieramente di marmo; tutti per lo manco hanno marmoree le scale, le porte, le soglie, le finestre e non di rado anche i pavimenti, e si capisce, in tanta abbondanza e vicinanza di marmi.

Alberico III costruì, nel 1558, le sue mura e la gran piazza del suo nome, piazza Alberico, centro della città, ornata di superbi edifizi e con in mezzo una fontana monumentale, fregiata dalla statua della duchessa Maria Beatrice Cybo d’Este, tanto benemerita di Carrara. Molte altre fontane d’acqua limpida e fresca che sono alimentate dai rivi che scendono dalle forre delle Alpi Apuane.

Carrara – Piazza Alberica – Foto tratta da Album della Apuane – La Nazione – 1991

Il duomo di Sant’Andrea, edificato in istile semi-gotico nel secolo XIII (cominciato nel 1272, non ancora compiuto nel 1385), sotto la signoria di Pisa, ha qualche somiglianza nello stile con quelli di Monza e di Sarzana, ma è più perfetto. È un monumento nazionale e il portone, i trafori degli archetti, i rosoni e i capitelli dei colonnini della facciata sono tutti di squisita fattura, nello stile di Nicolò Pisano e dei suoi migliori allievi. Nell’interno son da vedere un antico dipinto fiorentino collocato nella navata e il postergale del battistero, sublime ornato del Rinascimento. Sulla piazza del Duomo è l’abbozzato Gigante della Fonte (probabilmente il ritratto del principe Doria) di Baccio Bandinelli.

La chiesa della Madonna delle Grazie va rinomata per la sua ricchezza di marmi rari e preziosi, e quella di San Giacomo per la sua nobile architettura del Rinascimento.

L’Accademia di Belle Arti, già palazzo Ducale, situata in alto, non solo signoreggia dalle sue finestre la città, ma ha anche innanzi il panorama indescrivibile che dai dirupi delle Apuane occidentali stendesi sino alla bella pianura dell’Avenza con lo sfondo vaporoso del mare. Codesta Accademia è una delle principali d’Italia, che tante ne vanta, segnatamente per quel che si riferisce alla scoltura e alla sua storia. Oltre la collezione di antichità rinvenute (fra le altre quelle dalle cave di Fantiscritti) ammiransi, negli ampii saloni, i modelli dei capolavori dei più rinomati scultori antichi e moderni, italiani e stranieri, modelli riprodotti dagli scultori carraresi per musei, scuole d’arte estere o per commissione di signori doviziosi. L’Accademia fu fondata da Maria Teresa, ultima discendente dei Cybo (1769); ma i suoi statuti ed attributi furono ampliati dal governo di Elisa Baciocchi ossia di Napoleone I, e fu suo primo direttore Lorenzo Bartolini, emulo del Canova; segretario il poeta Fantoni (Labindo) e poi lo storico Lazzaro Papi. Davanti l’Accademia è la statua seduta del grande ministro e statista Pellegrino Rossi, assassinato barbaramente in Roma e nato nel 1787 in Carrara.

 ( Strafforello Gustavo, brano tratto dal libro “La Patria – Geografia dell’Italia – Massa e Carrara, Lucca, Pisa e Livorno” – 1890 )

Carrara – Piazza Alberica
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...