Strafforello Gustavo, Livorno – 1890 – Acquidotto e Cisternone


Livorno - Cisternone
Livorno – Cisternone, o Deposito dell’acqua potabile – immagine tratta dal libro “Livorno” di P.Vigo – 1915

Sino alla fine dello scorso secolo Livorno non ebbe che acqua piovana e dalle fonti sgorganti dal tufo di Limone, condotte in città da un antico acquidotto.

Nel 1792 però Ferdinando III fece costruire da Giuseppe Salvetti il nuovo superbo acquidotto, il quale conduce alla città la buon’acqua di Camorra presso Colognole nei monti livornesi.

Quest’acquidotto, sostenuto da un viadotto a due ordini di archi, attraverso una valle, versa 556 metri cubi d’acqua all’ora nel celebre Cisternone, simile alle antiche piscine nel borgo Reale, composto di due sezioni: il Purgatorio in cui l’acqua si purifica e la Cisterna da cui l’acqua è distribuita per mezzo di tubi fusi nella città.

Una vòlta sorretta da quarantun pilastri protegge e raffresca questo serbatoio e col suo porticato greco di otto colonne e la sua bella cupola è un ornamento della città.

Il Cisternone largo 38 e lungo 42 m. contiene 10.666 metri cubi d’acqua.

 

 

 

 ( Strafforello Gustavo, brano tratto dal libro “La Patria – Geografia dell’Italia – Massa e Carrara, Lucca, Pisa e Livorno” – 1890 )

 

Annunci

One Comment Add yours

  1. Daniela ha detto:

    notevole architettura neoclassica

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...