Strafforello Gustavo, Livorno – 1890 – Antichi Lazzaretti


Livorno - Lazzaretto di San Leopoldo - Sec XVIII

Livorno – Lazzaretto S.Leopoldo – immagine tratta dal libro “Livorno” di P.Vigo – 1915

 

Contro la peste orientale che aveva invaso per ben ventidue volte la Toscana, contro la febbre gialla ed altre epidemie furono costruiti successivamente ben tre lazzaretti collegati da un canale navigabile.

Il lazzaretto di San Rocco, eretto nel 1604 da Ferdinando I e separato dalla città solo da un largo fosso, serviva per la patente netta e tocca ed aveva un porticciuolo per le feluche che andavano alla pesca del corallo.

Nel 1643 Ferdinando II fece costruire, a parecchi chilometri dalla città, il lazzaretto di San Jacopo, ampliato nel 1754 da Francesco II e serviva per la patente brutta.

Più lontano ancora dalla città fu costruito, nel 1770, il lazzaretto di San Leopoldo per le navi infette.

Il lazzaretto di San Jacopo cede il luogo all’edifizio dell’Accademia Navale; il lazzaretto di San Leopoldo fu trasformato in Penitenziario e dove sorgeva il lazzaretto primitivo di San Rocco trovasi ora il grande Arsenale di piazza Mazzini in cui lavorano dalla mattina a sera più di 1000 operai e sono in moto 15 macchine che, con 25 generatori di vapore, sviluppano la forza motrice di 800 cavalli, vogliam dire il celebre Cantiere dei Fratelli Orlando.

 

 

 

 

 ( Strafforello Gustavo, brano tratto dal libro “La Patria – Geografia dell’Italia – Massa e Carrara, Lucca, Pisa e Livorno” – 1890 )

Livorno - Lazzaretto di San Leopoldo -1
Livorno – Lazzaretto S. Leopoldo- immagine tratta dal libro “Livorno” di P.Vigo – 1915

 

Livorno - Lazzaretto di San Leopoldo -2
Livorno – Lazzaretto S.Leopoldo – immagine tratta dal libro “Livorno” di P.Vigo – 1915

 

Annunci

Un commento Aggiungi il tuo

  1. marzia ha detto:

    L’ha ribloggato su Alchimiee ha commentato:
    Immersi nella quotidianità dimentichiamo l’esistenza di strutture che accoglievano gli infermi come i lazzaretti.
    Questa descrizione è datata 1890.
    Buona lettura

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...