Carlo Lorenzini (Collodi) – In Carrozza… inizia un romanzo – 5


Firenze – 2015

[…]
Rallegrato da questa scena , tirai fuori un sigaro , e mi volsi all’ intorno per vedere se vi era alcuno che potesse darmi del fuoco. Questo movimento non sfuggi agli occhi del Curioso , il quale corse, in tutta fretta, verso di me e cavato da un astuccio, un fiammifero, me lo porse, dicendomi :
—  Si serva.

Lo ringraziai con un cenno del capo !

Il Curioso capì che quello era un bel momento per tentare di riappiccicare il discorso : si stillò il cervello, onde trovar qualcosa che potesse interessarmi a intavolare un po’ di conversazione. Pensa e ripensa, finalmente gli parve di aver beccato un argomento plausibile e nuovo e, fatta la solita stropicciatina di mani, mi disse con una cert’ aria di gravità :

— Bisogna convenire che i fiammiferi sono una grande invenzione !
— Già ! — risposi io , con un laconismo degno di Cornelio Tacito e del suo traduttore fiorentino.
— lo vi domando — riprese il mio persecutore, senza sgomentarsi — se abbia fatto più vantaggio all’ umanità l’empolese Barrier, coll’ invenzione dei fiammiferi, oppure Galileo colla scoperta del giramento della terra.

Questo quesito mi rivelò che il Curioso non mancava di un certo spirito. Volli mostrarmi cortese e, per dirgli anch’ io qualche parola, gli domandai se conosceva quel giovane e quella signora bionda, che…

— Se li conosco !… — gridò interrompendomi  —  se li conosco ! io ! io che so dove il diavolo mette la coda !…
— Vorreste un po’ raccontarmi …
— Io posso raccontarvi vita, morte e miracoli di tutti e due: del maschio e della femmina. Vi divertirete: è un romanzo, un dramma, una tragedia ; insomma è tutto ciò che volete. Immaginatevi che c’è di mezzo una povera ragazza morta di crepacuore !… Povera Giannina !… l’ ho conosciuta come… conosco voi !… Eppoi c’ è un gran signore… ma oh !… un signore che aveva i rusponi a cappellate!… Nessuno ha mai saputo se fosse marito , o amico : ma doveva essere marito, perchè ha fatto sempre lo gnorri… Poi c’è un tentativo di suicidio… Insomma vi racconterò tutto ; è proprio una tragedia da carnevale…
— Bravissimo — soggiunsi io, stringendogli affettuosamente la mano — mi racconterete tutto: dev’ essere una storia molto interessante.
— Da far piangere i sassi. Oh donne ! donne !…

 

 

( Carlo Lorenzini (Collodi) – brano tratto dal libro “Un romanzo in vapore – Da Firenze a Livorno  – Guida storico-umoristica” –Tip.Mariani Firenze – 1856)

Firenze
Firenze
Annunci

6 commenti Aggiungi il tuo

  1. vikibaum ha detto:

    da far piangere i sassi…la mia nonna livornese usa spesso questo modo di dire, alquanto efficace per me…

    Liked by 1 persona

  2. micketalbot ha detto:

    Galileo inventing the match to ignite tobacco and of course fires, plus his discovery of a sticky substance later named glue, all very interesting.
    However the translator was not 100%, sadly 😦 Best wishes, and many thanks for following my blog,

    Galileo, inventando il fiammifero per accendere il tabacco e naturalmente incendi, oltre la sua scoperta di una sostanza appiccicosa dopo denominato colla, tutti molto interessante.
    Tuttavia il traduttore non era al 100%, purtroppo 😦 I migliori auguri e molte grazie per aver seguito il mio blog,

    Mick

    (Bing translator)

    Mi piace

    1. Carlo Rossi ha detto:

      Thank you.
      Carlo

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...