Strafforello Gustavo, Borgo a Mozzano (Lucca) – 1890


Borgo a Mozzano - Ponte della Maddalena detto Ponte diavolo
Borgo a Mozzano – Ponte della Maddalena detto Ponte del Diavolo – Immagine tratta dal libro di Gustavo Strafforello “La Patria – Geografia dell’Italia – Massa e Carrara, Lucca, Pisa e Livorno” – 1890

Il mandamento di Borgo a Mozzano comprende il territorio lungo i lati della valle del Serchio, sui quali ergonsi a scirocco il monte delle Pizzorne e il monte del Bargiglio a maestro, ad un’altezza di 869 metri dal livello del mare. È bagnato dal Serchio, dalla Lima e dalla Turrite Cava, oltreché da alcuni torrenti.

Borgo a Mozzano siede a 101 metri d’altezza e a circa 21 chilometri da Lucca, lungo la strada maestra, sulla sponda destra del Serchio, presso la testata del ponte della Maddalena con tre archi acuti (1322), in situazione romantica, costruito da Castruccio Castracani.

Dalla sommità del suddetto monte del Bargiglio si gode di un superbo panorama della pianura lucchese e del mare; nei secoli anteriori al XVII serviva di telegrafo alla città di Lucca, la quale costumava, per mezzo di un falò, fare avvisati in tempi di guerra i popoli del suo dominio di accorrere in armi alla capitale.

Selve di castagni e pascoli sui monti, viti, ulivi, gelsi e altri alberi da frutta; cereali, granone, piante baccelline e filamentose nei piani, nei colli e sui fianchi inferiori dei monti. Una delle vallette più fertili del territorio è quella di val d’Ottavo, irrigata dal torrente Celetra e da altri rivoli minori suoi affluenti.

L’origine di Borgo a Mozzano (Mutianum Castrum) è ignota e non comincia a comparire negli annali lucchesi prima del secolo XII. Nel 1122 la rocca di Mozzano era la residenza di una nobile signora Ilta, vedova di un messer Ridolfo e madre di Armanno e di Rigone, col consenso dei quali cedette alla Mensa di Lucca i proprii diritti sul castello di Valico di Sopra nella Garfagnana.

L’istoria di Lucca narra in seguito una battaglia data, nel 1169, dai Lucchesi ai Pisani e ai ribelli di Lucca nelle anguste gole di Mozzano, nella qual circostanza il Comune di Lucca fece smantellare le rocche di Cana e di Anchiano, difese dai devoti ai ribelli Soffredinghi, i quali furono, per nuove ribellioni, cacciati finalmente, nel 1227, anche dalla rocca sopra Mozzano, presa nel marzo di detto anno con molti prigionieri dai Lucchesi. Da quel tempo in poi il distretto di Borgo a Mozzano fu annesso al territorio e al contado della Repubblica di Lucca, sotto il cui dominio si mantenne finché, caduto in potere di Francesco Antelminelli, fu concesso, con la vicaria di Coreglia, in feudo a questo capitano ed ai suoi discendenti dall’imperatore Carlo IV, con diploma del 12 maggio 1355 e col titolo di contea. Ma esso tornò in potere dei Lucchesi, i quali, mediante una grossa somma, ebbero dallo stesso imperatore il libero possesso di tutto il territorio della Repubblica di Lucca, inclusive Coreglia e la contea di Borgo a Mozzano.

 

 

 

 ( Strafforello Gustavo, brano tratto dal libro “La Patria – Geografia dell’Italia – Massa e Carrara, Lucca, Pisa e Livorno” – 1890 )

Répaci -4 - Bagni di Lucca - Ponte del diavolo
Ponte del Diavolo

 

Bagni di Lucca - Ponte del Diavolo - Illustrazione tratta da I Bagni di Lucca, Coreglia e Barga – Istituto Italiano d’arti grafiche Editore, 1914
Bagni di Lucca – Ponte del Diavolo – Illustrazione tratta da “I Bagni di Lucca, Coreglia e Barga” – Istituto Italiano d’arti grafiche Editore, 1914

Ponte del Diavolo

Annunci

7 commenti Aggiungi il tuo

  1. fulvialuna1 ha detto:

    La Toscana è terra di bellezza e storia.

    Liked by 1 persona

  2. kutukamus ha detto:

    Love the angle of the last pic 🙂 🍸

    Liked by 1 persona

    1. Carlo Rossi ha detto:

      Thank you

      Mi piace

  3. pinuccia513 ha detto:

    Bellissimo post! le foto sono veramente belle! Buona serata 🙂

    Liked by 1 persona

    1. Carlo Rossi ha detto:

      Grazie.
      Saluti

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...