Carlo Lorenzini (Collodi) – Ancora di Firenze – 2/3


Firenze - 2016 06 17_005

[…]

— Le Belle Lettere vi sono diffusissime. Ogni fiorentino, è di diritto, scrittore. Sebbene moltissimi si astengano dal montare alla tribuna della pubblicità, quasi tutti hanno, nel loro scaffale, qualche tentativo letterario inedito, che si chiama o Tragedia, o Commedia, o Farsa, o Trattato d’Economia, o Aspirazioni giovanili, e via discorrendo. La Musica vi è coltivata con amore. Ogni casa ha un pianoforte (eccettuate le case che ne hanno due, tre, quattro). Il popolo fiorentino passa per buon’orecchiante. Eppure, lo credereste ? o sia indulgenza, o mitezza d’animo, o dabbenaggine, o mancanza di coraggio civile, è un fatto che nei teatri di Firenze, si fischia rarissimamente. E Dio sa se le stuonazioni, le stecche-false, le svociature, i latrati, e le voci di Lupo-Mannaro, risuonano spesse volte nelle aule dei teatri fiorentini !

— In Firenze, nessuna cosa fa avvenimento. Se questo fondo di apatia e d’imperturbabilità d’animo, è sintomo di filosofia, si può concludere che il popolo fiorentino è un popolo filosofo per eccellenza.

— Il fiorentino, considerato singolarmente, non ha nulla che lo contraddistingua : ma giudicato in massa, tira allo spiritoso, ed eccelle, più che altro, nella satira condita da un briciolo di malizia. Di tanto in tanto girano per la città dei frizzi e degli epigrammi, relativi a qualche fatto notorio e pubblico, che sarebbe impossibile dirne da dove sono usciti, o il nome delle persone che li hanno formulati e messi insieme.

— La Linfa predomina nel temperamento del popolo fiorentino. Chi ne incolpa l’aria, chi l’acqua dei pozzi, chi il deperimento naturale della razza e chi l’abuso delle Tragedie in tempo di carnevale. Il fatto sta, che il tipo fiorentino moderno non si può confondere davvero col tipo greco e romano ! Nonostante ciò, nella classe degli Artigiani, vi si trovano anche oggigiorno degli uomini forti, ben fatti, e di fisonomia maschia e regolare.

La donna fiorentina, se non è bella, è graziosa !

— Il ragazzo fiorentino, e particolarmente il birichino di strada, è un tipo sui generis, che meriterebbe una fisiologia a parte. Svelto, arguto, rompicollo, grazioso, caratterista per movenze e per certe scappatelle originali, il birichino di Firenze rappresenta la parte viva e militante del paese. Peccato che egli si renda spregevolissimo per un turpiloquio continuo e quasi succhiato col latte.

— In Firenze, propriamente parlando, non c’è aristocrazia. Ci sono i nobili, i titolati nuovi, e i quattrinai — tutte queste classi sono comprese dal popolo sotto una sola rubrica, quella cioè di: Signori ! A Firenze, chi ha, è !

 […]

 

 

( Carlo Lorenzini (Collodi) – brano tratto dal libro “Un romanzo in vapore – Da Firenze a Livorno  – Guida storico-umoristica” – Tip.Mariani Firenze – 1856)

Firenze 2
Firenze
Annunci

4 Comments Add yours

  1. Sylvain L ha detto:

    L’ha ribloggato su Shift2Drive.

    Mi piace

  2. Itanamara Santarem ha detto:

    A segunda foto está um encanto! 🙂

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...