Lorenzo Viani, Viareggio – Angiò, navigante dell’Oceano – 3/4


Viareggio - Lega Navale - Foto tratta da Nuova Viareggio Ieri N.13 febbraio 1995
Viareggio – Lega Navale – Foto tratta dalla rivista “Nuova Viareggio Ieri” N.13 febbraio 1995

[…]

Una quarantina d’anni fa, nel punto medesimo dove ora sorge il bianco edificio della Lega Navale Italiana, a cento braccia dal mare placido, anche la spiaggia di ponente era tutto un mareggiare di tomboli aspriti di straccali marini, soltanto tre baracche, – una a mutuo contatto dell’altra, come per contrastare con più forza all’impeto del libeccio, – sorgevano sulla duna: una era la bettola di Calena, l’altra era lo studio del pittore tribolato e l’ultima era quella del nano Angiò.

Quando nel crudo inverno il mare, spinto dal mare, percosso dal vento, mulinando sulle secche, ingollava la spiaggia, i tre si davano man forte per non essere turbinati dal vento. Quando il mare, mugliando come una mandra di tori, con le sue lingue bavose leccava i tre baraccamenti, quasi per assaggiarli, prima di dargli la boccata decisiva, Angiò usciva fuori e, protendendo il pugno chiuso verso il mare tempestoso, gridava:
– Ora poi mi vergognerei! Noi noiare chi non ti noia!

Calena, vecchio navigatore dell’Oceano anche lui, si affacciava sull’uscio e col fiato mozzo imprecava contro l’infido mare:
– Che mal ti s’è fatto che ci vuoi ridurre sulla nuda terra?

Soltanto il pittore si volgeva alle Alpi, che furono spettatrici dei suoi flagelli, e gli chiedeva:
– Dite, non piangete ancora?

Quando il mare lentamente s’umiliava, rientrando brontolando nel suo seno, e la calita scopriva la battima, che lustrava come un foglio di rame cifrato di stelle marine, i tre uscivano a razzolare la straccatura: ossi di seppia giovevoli per la fusione agli argentieri, limo verde per sfiammare le piaghe, ceppatelle di canne buone per il gelido inverno, e conchiglie, entro cui il pittore tribolato dipingeva mare placido e senza vento, come lo sogna la gente dentro terra.

Con i tre esseri strani sparirono i baraccamenti loro, non la loro memoria. Calena vive nella memoria dei figli dei figli; centinaia di conchiglie marine appese alle pareti dei salotti buoni, entro cui è dipinto mare placido e senza vento, tramandano la memoria del pittore tribolato Agostino Pilli, nato al Marcaccio presso Seravezza. Del nano Angiò è rimasta, fino a poco tempo fa, in piedi una «Marginetta»; quelle chiesine che solevano farsi per grazia ricevuta ai margini delle vie maestre.

Sopravvive l’epitaffio che il nano fece scrivere da Fortunato di Goma, paranzellaro e poeta, e che fece incidere da uno scalpellino su una pietra.

«A onor di Dio – A onor di Sant’Antonio – La fece qui murare Angelo Bertuccelli – Uom che nell’onde chiare – Vivea la sua famiglia – Con fatiche e stenti – Sul procelloso mare – Alle burrasche e ai venti – Per grazia ricevuta – Pensò questo di fare – Acciò – Se di qui passi, arresta il passo – E prega il Padovano – E prega Iddio – Che pace eterna implori – All’ombra di costui – Se sei cristiano».

[…]

 

(Lorenzo Viani, brano tratto dal libro “Il nano e la statua nera” – 1943)

 

Viareggio - Goletta ''Mandolle'' - Foto tratta da Nuova Viareggio Ieri - N.9-noembre 1993
Viareggio – Goletta ”Mandolle” – Foto tratta da Nuova Viareggio Ieri – N.9-noembre 1993

 

Viareggio - Brigoletta ''Flavio Gioia'' - Foto tratta da Nuova Viareggio Ieri N.13 febbraio 1995
Viareggio – Brigoletta ”Flavio Gioia” – Foto tratta da Nuova Viareggio Ieri N.13 febbraio 1995

 

Viani -25 - Viareggio - Il molo - 2013 05 13 - IMG_1529
Viareggio – Il molo – 2013
Annunci

7 Comments Add yours

  1. vengodalmare ha detto:

    L’ha ribloggato su vengodalmare.

    Mi piace

  2. tachimio ha detto:

    Quanto mi piacciono questi stralci che raccontano di vita vissuta , dove il mare la fa da padrone. Grazie Carlo e buona giornata. Isabella

    Liked by 1 persona

  3. kethuprofumo ha detto:

    Magnifico! 🙂

    Mi piace

  4. Itanamara Santarem ha detto:

    Você é de Toscana ?

    Mi piace

    1. Carlo Rossi ha detto:

      Si, certo. E’ Toscana.
      Buona domenica.

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...