Carlo Lorenzini (Collodi) – Empoli – 2/4


Empoli - La Piazza
Empoli – La piazza – Immagine tratta da “Firenze e la Toscana” di Eugenio Müntz, Fratelli Treves Editori, 1899

[…]

Fu in Empoli che ebbe luogo la famosa Dieta, dove i fuorusciti Ghibellini, reduci dalla battaglia di Mont’Aperti, avevano risoluto di distruggere la città di Firenze, per quindi fondarne una nuova in Empoli stesso. Questo congresso, dove lo spirito di parte era stato capace di proporre ciò che forse non avrebbero osato di fare i Goti e gli Ostrogoti, ebbe luogo il 1 di Febbraio del 1255: e fu là che Farinata degli Uberti valorosamente si levò su contro il nefando consiglio, e quantunque solo, difese la diletta patria a tutt’ oltranza, riportando una piena vittoria sulla decisione de’suoi compagni.

In ricordanza di quest’opera bella e generosa, Firenze nel secolo decimonono (otto secoli dopo! è una riflessione matura) credette ben fatto di ficcare il benemerito e valente suo figlio, che la salvò dalla estrema rovina, in una delle nicchie degli Uffizi, facendolo effigiare in un blocco di marmo della cava di Seravezza. L’ idea è degnissima di lode : forse della statua non si può dire altrettanto.

Anche altra volta, il Castello d’ Empoli , come luogo centrale, è stato residenza di conferenze e di trattati: e mi piace rammentarvi che fu qui che si adunò, nell’anno 1295, dopo la cacciata da Firenze di Giano della Bella, il celebre parlamento che doveva trattare di una lega guelfa contro i nemici della Chiesa.

Le antiche mura d’Empoli, pare che in origine non dovessero essere gran fatto solide, perocché la piena dell’Arno, nel 1333, le messe per terra. Furono riedificate per ordine e a spese della Repubblica fiorentina. Nel 1479 ebbe luogo la costruzione di un secondo cerchio. In seguito Cosimo I ordinò che in Empoli venisse costruita una fortezza (ora ridotta a spedale) e la munì di ripari e di opere da difesa. E certo gli Empolesi da questo forte si sarebbero saputi ben difendere, allorquando il paese, nel 1530, fu assalito dalle truppe teutonico-ispano-papali, sotto il comando di Alessandro e di D. Diego di Sarmiento, se Pietro Orlandini e Andrea Giugni lasciati dal gran Capitano Ferrucci alla guardia d’ Empoli, avessero mostrato meno dappocaggine e codardia, di fronte all’ impeto degli assalitori. La caduta d’ Empoli, in quel tempo, decise in gran parte della resa della Repubblica fiorentina e di questo doloroso fatto d’ arme, gli empolesi ne conservano ancora una memoria sulle mura di un bastione dalla parte d’Arno, dove si vedono tuttora le impronte delle palle dell’ artiglieria del generale Spagnuolo. E basti di ciò: quello che mi preme dirvi si è, che Empoli, per le sue tradizioni storiche, per il commercio attivissimo , e per l’aumentata popolazione, potrebbe degnamente figurare fra le città della Toscana.

[…]

 

 

( Carlo Lorenzini (Collodi) – brano tratto dal libro “Un romanzo in vapore – Da Firenze a Livorno  – Guida storico-umoristica” – Tip.Mariani Firenze – 1856)

EMPOLI — PORTA PISANA
EMPOLI — PORTA PISANA – Foto tratta dal libro “Il Valdarno da Firenze al mare”, 1906
Annunci

3 commenti Aggiungi il tuo

  1. fulvialuna1 ha detto:

    Storia e architettura…

    Mi piace

  2. Matroos Beek ha detto:

    I always enjoy the drawings and pictures. This time from livorno Also the Italian language is so beautiful. I do not understand everything, but I always learn a bit from your beautiful country, where i was only once… With kind regards from matroos Beek!

    Mi piace

    1. Carlo Rossi ha detto:

      Thank you for your interest.
      Saluti.

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...