Lorenzo Viani, Borgo a Mozzano (Lucca) – Il Ponte del Diavolo – 3/3


Ponte del Diavolo

[…]

Lo sfondo è dominato dagli archi del Ponte del Diavolo: cinque portali d’oro s’aprono sul pietrame diaccio; il monte Brancoli per la croce sul vertice appare come la cuspide di una spettacolosa cattedrale. Penso se questo viandante sciamannato che arranca verso l’alpe di San Pellegrino fosse il diavolo in finzione di corriere. Un che di acre le sue carni incotte dal sole lo rendono, e il pizzicante fetore della groppa del becco esala dalla barba riccia. La tentazione di chiedere a questo sepolcro di carne e d’ossa una spallata per muovere i massi del Serchio e sollevarli sul colle del Paretaio a gloria di Heine mi assale.

L’architetto del Ponte del Diavolo, San Giuliano, lo spedaliere protettore dei viandanti, famoso fin dai tempi di Orlando e di Rinaldo per il suo Paternostro

«il beato messer Santo Giuliano venia dal monte Calvaro con la croce dell’oro in mano; allo scender di monte al piano trovò il serpente l’orso il lione…»

ha su queste vie tortuose delle pietre con su incisi epitaffi che ne esaltano il nome e i miracoli. Chi, ginocchioni davanti a esse, recita con devozione le orazioni scongiura le punture di spino e di lische di pesce e il morso delle serpi.

Il viandante ch’io supponevo fosse il diavolo, il quale sotto forma di mendico andasse, a tentare i romiti in vetta ai monti, al cospetto di una di queste lapidi si gettò carponi, umiliò la fronte nella polvere, si percosse il petto, annodò le mani e in estasi, come in delirio, recitò questa strana preghiera:

San Giulianu sutu o Munti
prima guardastivu li passi e poi li punti;
comu guardastivu a Nnoccu ed Elia
cusi guardati a nui pri mari e pri via;
si qualchiduno mi voli fari tortu
si facissi un cori d’omu mortu.

Invece del diavolo, il bestione di cento forme e parvenze a Dio ribelle, matricolato in furberia, era uno di quei poveri cristi che dalle parti basse d’Italia ascendono allo sperone d’Appennino dove si venera lo scheletro di San Pellegrino vestito da re con scettro e corona.

Tramezzo a questi veri pellegrini c’è anche frammischiato quella specie di diavolo dalla ghigna rinceppata, con la chitarra a tracolla e le storie dei cavalieri di Cristo inzeppate nelle tasche della giubba, un di quelli che fanno da ciechi davanti alle imagini sacre e che quando sono colti in fallo per gli occhi vispi e salati di volpe asseriscono d’essere stati miracolati e si ravvoltolano come ciuchi nel polverone urlando:

A Gesù Cristo mi sono raccomandato
che m’insegnasse un luogo prediletto
per far la penitenza al mio peccato.
L’Angel m’apparve e disse: «Pellegrino,
alla gran selva piglierai il cammino».

Se il diavolo transitando per queste contrade si decidesse a dare una spallata per la gloria di Enrico Heine gli si potrebbe promettere in guiderdone l’anima di uno di questi «arnesi». A cavarsi d’impaccio, a opera compiuta, ci penserebbe da sè.

Quando il diavolo gli urlasse:
– Ehi, amico, sputa l’anima.
– L’anima? – griderebbe stupefatto l’«arnese». – Se ne trovi una timorata si fa a mezzo.

(Lorenzo Viani, brano tratto dal libro “Il nano e la statua nera” – 1943)

Bagni di Lucca - Ponte del Diavolo - Illustrazione tratta da I Bagni di Lucca, Coreglia e Barga – Istituto Italiano d’arti grafiche Editore, 1914
Bagni di Lucca – Ponte del Diavolo – Illustrazione tratta da “I Bagni di Lucca, Coreglia e Barga” – Istituto Italiano d’arti grafiche Editore, 1914
Borgo a Mozzano - Il Ponte del Diavolo
Il Ponte del diavolo
Annunci

4 commenti Aggiungi il tuo

  1. fulvialuna1 ha detto:

    Il ponte e fiabesco, il racconto incredibilmente bello!

    Liked by 1 persona

  2. kethuprofumo ha detto:

    Un posto molto misterioso… Bizzarro

    Liked by 1 persona

  3. Matroos Beek ha detto:

    What a Beautiful bridge!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...