Strafforello Gustavo, Siena – 1890 – Duomo – Pulpito


Siena - Duomo - Pulpito di Nicola Pisano
Siena – Duomo – Pulpito di Nicola Pisano – immagine tratta dal libro “La Patria – Geografia dell’Italia Arezzo Grosseto Siena” di Strefforello Gustavo – 1890

Ma se il pavimento del Duomo è unico nel suo genere, il pulpito dopo la settima colonna a sinistra, scolpilo da Nicolò Pisano coi suoi allievi Arnolfo di Cambio (autore del Duomo di Firenze) e Lapo di Ciuccio fiorentino, in un con Nicolò figlio di Giovanni Pisano, 1266-68, ha una grande importanza pel rinascimento della scoltura.

Il pulpito di Siena è posteriore a quello di Pisa (1260) ma più ricco, più grande, più splendido. Delle nove colonne su cui posa due stanno sul dorso di due leoni uno dei quali, a sinistra, sbrana un cavallo e quello a destra un capriolo; e le colonne anteriori e posteriori sono basate su leonesse che allattano i loro leoncelli. Tutti questi animali son di una grande naturalezza.

Il pilastro ottangolare in mezzo è circondato alla base dalle personificazioni delle Arti e delle Scienze (otto donne) in altorilievo. Sopra i capitelli delle colonne con fogliame ed uccelli troneggiano le Virtù e negli orli degli archi stanno gli Evangelisti coi loro simboli, i Profeti e due Sibille. II parapetto del pulpito è ornato di sette rilievi separati con figure e gruppi : Nascita di Cristo, Adorazione dei Magi, Presentazione al Tempio e Fuga in Egitto, Strage degli Innocenti, Cristo in Croce, Angeli che suonan le trombe. Giudizio Universale, ecc. Il fondo era dorato in origine e le scoltnre dipinte. La tecnica e lo stile sono migliori che nel pulpito di Pisa ma le fignrc sono soverchie. La scala del pulpito con bei rilievi di foglie, fiori e frutta è un lavoro posteriore di Bernardino di Giacomo (1543).

Nei pilastri anteriori sotto la cupola (cinque colonne a destra e a sinistra) stanno due stanghe del Carroccio vittorioso dei Senesi nella battaglia di Monteaperto (1260) e sull’altare della crociera sinistra la croce che portavano in questa battaglia.

Nel coro bcll’altar maggiore marmoreo scolpito (credesi su modello di Baldassarre Peruzzi) nel 1532 da Pellegrino di Pietro. Va ornato di un celeberrimo Tabernacolo in bronzo (del peso di 748 chilogrammi) lavorato, giusta l’iscrizione, alla base, dal Vecchietta (Laurentius Petrus) nel 1465-72. Destinato in origine alla chiesa dell’Ospedale, fu trasportato nel 1506 in Duomo quando vi fu costruito l’odierno altare togliendo di sotto la cupola l’altare antico con la tavola di Duccio. La figura del Cristo è un capolavoro di naturalismo.

Gli intagli dei sedili della porzione del coro dietro l’altare, il leggio e il trono episcopale furono eseguiti, sul disegno ricco e grandioso di Bartolomeo Neroni, detto Riccio (1567-70), dai quattro migliori incisori di que’ tempi: Teseo Bartolini di Pienza, Benedetto di Giovanni di Montepulciano, Baccio Descherini e Domenico de’ Chiari di Firenze nello stile più nobile e più ricco e riuscirono stupendamente bellissimi, come furono qualificate stupende altresì e di gran valore artistico le tarsie, o i mosaici in legno di Fra Giovanni da Verona (1503).

 

 

 

 ( Strafforello Gustavo, brano tratto dal libro “La Patria – Geografia dell’Italia – Arezzo, Grosseto e Siena” – 1890 )

Siena - Duomo - Balaustra che da l'ingresso al pulpito
Siena – Duomo – Balaustra che da l’ingresso al pulpito – immagine tratta dal libro “La Patria – Geografia dell’Italia Arezzo Grosseto Siena” di Strefforello Gustavo – 1890
Siena - Duomo - Monumento al vescovo Tommaso Piccolomini
Siena – Duomo – Monumento al vescovo Tommaso Piccolomini – immagine tratta dal libro “La Patria – Geografia dell’Italia Arezzo Grosseto Siena” di Strefforello Gustavo – 1890
Annunci

4 commenti Aggiungi il tuo

  1. fulvialuna1 ha detto:

    Queste opere sono stupende, la loro descrizione meravigliosa, le foto un vero tuffo nel passato…

    Mi piace

    1. Carlo Rossi ha detto:

      Ti ringrazio.

      Liked by 1 persona

  2. newwhitebear ha detto:

    sono stupende queste immagini color seppia.

    Liked by 1 persona

  3. pinuccia513 ha detto:

    Molto interessante come sempre il tuo articolo Carlo. Buona giornata e grazie di condividere con noi. 🙂

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...