Carlo Lorenzini (Collodi) – San Miniato


S. MINIATO — DALLA CHIESA DI S. PIETRO ALLE FONTI
S. MINIATO — DALLA CHIESA DI S. PIETRO ALLE FONTI – Foto tratta dal libro “Il Valdarno da Firenze al mare”, 1906

Il vero paese, che merita la nostra attenzione, è San Miniato ! Guardatelo là, su quel colle a sinistra.

Ecco uno dei Castelli più importanti della Toscana. Alcuni lo dicono fondato da Ottone I, altri da Desiderio, ultimo re dei Longobardi : c’è perfino chi lo fa rimontare all’ epoca romana, a causa di una sua contrada detta Pancole e di una chiesa ora distrutta e supposta anticamente tempio pagano, consacrato al Dio Pane.

— E perchè questo Castello lo chiamano al Tedesco ?

— Siffatta denominazione è antichissima e gli venne dall’essere stato il Castello di S. MIniato, la residenza dei Giudici d’appello di Nazione tedesca che rappresentavano l’imperatore in Toscana. Resulta dalle carte dell’epoca che il primo Giudice imperiale residente in S. Miniato fosse un tal Giovanni, mandatovi da Ottone IV. Questi Vicari imperiali presero anche il nome di Castellani di S. Miniato. Ma dopo la giornata della Meloria, che costò tanta perdita ai Pisani, i quali unitamente ai Sanminiatesi, avevano sempre sostenuto le ragioni dell’impero in Toscana, i Vicarii tedeschi, perduto il loro più valido appoggio , non potettero più sostenersi in Toscana, e gli uni dopo gli altri ebbero a ritornarsene in Alemagna — e spesso con poco onore.
[…]

Dopo l’assedio e la presa del Castello, fra Firenze e S. Miniato fu concluso un trattato di pace, nel quale, fra le altre cose vi si dice che S. Miniato per l’avvenire si chiamerà fiorentino, e non più al tedesco : e alcuni nobili Sanminiatesi furono in quell’epoca creati cavalieri fiorentini.  Ma, a dispetto però della lettera del trattato di pace, il Castello ha conservato sempre, e conserva tutt’oggi, la sua prima e antichissima denominazione di S. Miniato al Tedesco.

La Cattedrale di S. Miniato, detta di S. Maria e S. Genesio, venne adorna nel 1775 di statue e di stucchi. È degno d’osservazione il Palazzo di Sotto ora del Vescovo, ed un tempo Residenza dei Signori.

 

( Carlo Lorenzini (Collodi) – brano tratto dal libro “Un romanzo in vapore – Da Firenze a Livorno  – Guida storico-umoristica” – Tip.Mariani Firenze – 1856)

 

S. MINIATO — CATTEDRALE
S. MINIATO — CATTEDRALE – Foto tratta dal libro “Il Valdarno da Firenze al mare”, 1906
S. MINIATO — SALA DEL CONSIGLIO NEL PALAZZO COMUNALE
S. MINIATO — SALA DEL CONSIGLIO NEL PALAZZO COMUNALE – Foto tratta dal libro “Il Valdarno da Firenze al mare”, 1906

 

S. MINIATO — PALAZZO GRIFONI. jpeg
S. MINIATO — PALAZZO GRIFONI – Foto tratta dal libro “Il Valdarno da Firenze al mare”, 1906
Annunci

Un commento Aggiungi il tuo

  1. fulvialuna1 ha detto:

    Interessante e bellissime le foto.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...