Nori Andreini Galli, Il Teatro dei Rassicurati di Montecarlo (Lucca)

Questa piccola dignitosa società, per metà contadina e per metà comunale, nella quale ognuno, dotto o ignorante, artigiano  o bracciante, teneva al proprio posto, trovò espressione nel teatro dell’Accademia dei Rassicurati. […] Un paese di nemmeno mille anime aveva dunque un teatro – seppure minuscolo – tutto suo, con doppio ordine di palchi, belle decorazioni…